Smartphone e caffe
[easy-social-share buttons="facebook,whatsapp,twitter,mail,telegram" counters=0 style="icon" bottombar="yes" only_mobile="yes" fullwidth="yes" column="yes" columns="5" template="metro-retina"]

Gartner: tonfo di Samsung, venduti 12 milioni di smartphone in meno rispetto al 2015

Gartner ha reso note le stime sulle spedizioni degli smartphone nel corso del terzo trimestre del 2016. Le vendite continuano a crescere e in totale si contano 373 milioni di unità contro le 354 dello scorso anno.

Entrando nel dettaglio si nota subito il tonfo di Samsung: 12 milioni di dispositivi in meno rispetto al Q3 2015 e quota di mercato finita sotto il 20%. Colpa di Galaxy Note 7? Assolutamente no visto che i dati degli analisti prendono in considerazione il periodo di lancio e stando larghi con i numeri non potrebbero essere contati più di 2-3 milioni di Note 7.

Ad accompagnare Samsung c’è anche Apple, con 3 milioni di iPhone venduti in meno e un market share che piomba dal 13 all’11.5%. Bisogna considerare però che nel Q3 2016 i nuovi iPhone hanno avuto solamente 2 settimane di tempo per farsi spazio tra i tavoloni in legno degli Apple Store. Cali a parte, Apple è quella che guadagna di più in assoluto tanto da assorbire virtualmente le perdite di molti altri produttori portandosi a casa il 104% dei profitti del settore.

Dati Gartner vendite smartphone nel q3 2016

Proseguendo con i dati Gartner, al terzo posto della classifica troviamo Huawei che in un anno è riuscita ad aumentare le vendite di ben 5 milioni. Raddoppia la quota di mercato della cinese Oppo, un marchio noto soprattutto in Oriente tanto da raggiungere i 25 milioni di pezzi. Quinta BBK Communication Equipment.

Numeri al ribasso per i leader. Se al quarto e al quinto posto è facile avere a che fare con un generale sali e scendi in classifica, i produttori “altri” tengono botta vendendo sempre più telefoni in termini di unità nonostante la quota di mercato in calo. Il blocco generale si ferma a quasi la metà dei telefoni in circolazione.