Wearable al polso: italiani primi in Europa

Quello degli italiani per la tecnologia è da sempre un grande amore. La testimonianza più recente arriva dallo studio dell’istituto di analisi Kantar sulla diffusione di smartwatch e fitness band, secondo cui un italiano su dieci (10,3%) ne fa uso. Un tasso d’adozione che stacca di molto quello degli altri Paesi europei per avvicinarsi a quello degli Stati Uniti. I cugini francesi si fermano infatti al 4,6% mentre i tedeschi sono al 5,4% e gli inglesi al 7,9%. Situazione ben diversa negli States dove il tasso di adozione sale al 12,2%.

Non è tutto: fra chi possiede hi-tech da polso vi sono altre differenze. In Europa smartwatche e smartband stanno quasi alla pari, con un leggero vantaggio per i primi (55%). Mentre fra i possessori di tecnologia da polso negli States sono i braccialetti a dominare (77%) contro un più mite 23% degli smartwatch.

Quello dei wearable è un settore in crescita. Si stima (Gartner) che nel 2019 i ricavi toccheranno quota 17,5 miliardi di dollari.

##BANNER_QUI##