Jenax-Flexible-Battery

Ces 2019: da Jenax le prime batterie pieghevoli al mondo

La società tecnologica coreana Jenax ha svelato la sua nuova batteria flessibile, il primo prodotto al mondo nel suo genere che rivoluzionerà i dispositivi indossabili e in generale tutto il segmento Internet of Things. Ufficialmente conosciuta come J.Flex, la tecnologia ha debuttato in anticipo rispetto al Consumer Electronics Show 2019 ma Jenax intende sfruttare l’evento a Las Vegas come un’opportunità per mostrare i suoi ultimi progressi tecnologici sulla scena globale e condividere alcuni dettagli aggiuntivi su come è nato il tutto.

Il 9 gennaio Jenax descriverà il sistema J.Fled al Digital Health Summit. La prima generazione della soluzione dell’azienda è stata specificamente progettata per i dispositivi medici, sebbene sia adatta anche a un uso più convenzionale come quello dell’elettronica di consumo, smartwatch in primis. L’invenzione è significativa perché utilizza ancora celle agli ioni di litio, il che significa che i suoi costi di produzione dovrebbero rimanere relativamente ragionevoli rispetto alle batterie tradizionali. Tutto ciò permetterà ai produttori di elettronica di consumo di progettare dispositivi elettronici senza vincoli.

Il suo design flessibile è pensato per consentire ai produttori di concentrarsi su convenienza, ergonomia e altri aspetti dei loro prodotti che avranno un impatto diretto sull’esperienza utente complessiva.

Verso gli smartphone pieghevoli

La soluzione di Jenax ha anche il potenziale per alimentare gli smartphone contemporanei, non solo come power bank altamente portatili ma anche come principale fonte di energia. Al momento, Samsung dovrebbe vincere la gara di telefoni pieghevoli e debuttare con il Galaxy F già il mese prossimo e da quel che sappiamo una batteria flessibile farà parte del pacchetto innovativo.