smartphone market share

HONOR spicca il volo in Cina, ma attenzione a Apple. vivo si riprende la prima posizione. OPPO nella Top 3

Le spedizioni di smartphone nella Cina continentale sono diminuite del 10% su base annua nel secondo trimestre del 2022, con 67,4 milioni di unità spedite.

Sul fronte dei brand che si contendono il primato, vivo si è riportato al primo posto della classifica, distribuendo 13,2 milioni di unità, seguito da vicino da HONOR con 13 milioni di unità.

Ricordiamo che i dati di Canalys non si basano sul venduto effettivo, il cosiddetto sell-out, ma sulle unità distribuite ai punti vendita e ai distributori.

OPPO completa il podio con 11,8 milioni di unità (il dato comprende, a livello globale, anche le spedizioni dei modelli a marchio OnePlus). Xiaomi è quarta con 10,6 milioni di unità, mentre Apple è quinta con 9,9 milioni.

I consumatori cinesi hanno frenato la spesa per gli smartphone“, ha affermato l’analista di Canalys Toby Zhu. “L’epidemia di COVID-19 a livello nazionale ha indotto il governo a imporre severi blocchi nelle principali città cinesi, come Shanghai, Shenzhen e Pechino. Data la recessione economica interna, le persone sono preoccupate per il calo del reddito disponibile e della disoccupazione. Il fragile sentimento dei consumatori ha messo sotto pressione i fornitori che cercano di crescere. Anche le più grandi promozioni non sono state in grado di riportare il mercato ai livelli del secondo trimestre 2021.


HONOR e Apple hanno ottenuto la migliore crescita anno su anno tra i top vendor. HONOR ha consolidato la sua posizione nella “top five” nel periodo di un solo anno. Apple ha registrato una forte domanda nel segmento di fascia alta, nonostante i lock down in alcune città chiave per le sue vendite”.

I lanci di smartphone Android di fascia alta da parte di marchi locali, come la serie vivo X80, la serie OPPO Find X5, la serie Honor Magic 4 e Xiaomi MI 12 Ultra, sono ormai a pieno regime, anche se si osserva un calo della domanda complessiva“, ha affermato l’analista di Canalys Amber Liu.


“I fornitori locali si stanno concentrando sull’ottimizzazione dell’esperienza tramite chipset, fotocamere, batterie e sistemi operativi, poiché ritengono che il passaggio alla fascia alta sia l’unica via per la redditività e una crescita sostenibile. Nel frattempo, stanno spingendo sulla strategia degli ecosistemi connessi, con al centro gli smartphone. Una posizione forte nella fascia alta è vitale per la crescita della base utenti e per la fidelizzazione dei clienti”.

“Le prospettive di mercato per il terzo e il quarto trimestre non sono particolarmente rosee e la proiezione per l’intero anno delle spedizioni potrebbe portare il mercato al di sotto dei 300 milioni di pezzi. Si tratterebbe della peggiore performance dal 2012.

Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Segui
Postato in NewsTaggato

Massimo Morandi

Giornalista, milanese, appassionato di tecnologia, dirige il mensile Cellulare Magazine dal 1998. Ama viaggiare, la buona cucina e il calcio.