Flippy

Flippy: il robot è troppo veloce e non fa “squadra”

Di Flippy, il robot che cucina gli hamburgher, ve ne avevamo parlato un anno fa. Assunto in una famosa catena americana; Caliburger, era in grado, grazie a fotocamere, sensori e un software proprietario, di monitorare gli ingredienti e controllarne il livello di cottura. Nonostante il prezzo di 60mila dollari (Anche 100mila, dipende dal modello) aveva però bisogno di un umano che lo aiutasse.

Flippy: troppo bravo, troppo veloce, troppo… robot

Insomma, Flippy è in grado non solo di girare gli hamburgher, ma anche di controllare la cottura e perfino di pulire la piastra alla fine del turno. Ha però un difetto: è troppo veloce e non fa squadra con il resto della cucina che non riesce a stare dietro al suo lavoro. Da qui la decisione di “pensionarlo” in attesa di un software 2.0 che lo renda più flessibile e in grado di “rallentare” per permettere agli umani di interagire con lui con qualsiasi flusso di lavoro.

Il video:

YouTube

Caricando il video, l’utente accetta l’informativa sulla privacy di YouTube.
Scopri di più

Carica il video

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Segui
Postato in NewsTaggato

Christian Boscolo

Christian Boscolo "Barabba" è stato redattore di K PC Games dove ha recensito i migliori giochi per PC per poi approdare alla tecnologia. Tra le sue passioni, oltre ai videogiochi, il calcio e i buoni libri, c'è anche il cinema. Ha scritto perfino un libro fantasy: Il torneo del Mainar