Google Fossil

Google acquisisce il team smartwatch di Fossil

Google ha annunciato un accordo per acquisire parte della tecnologia smartwatch di Fossil ei membri della divisione ricerca e sviluppo responsabili della sua creazione. L’accordo ha un valore di 40 milioni di dollari e, secondo le attuali condizioni, Fossil trasferirà una parte del team R&D a Google.

Big G ora disporrà di un team dedicato con esperienza hardware lavorando internamente sulla sua piattaforma software WearOS e potenzialmente anche su nuovi progetti di smartwatch.

“Indossabili, costruiti per il benessere, semplicità, personalizzazione e disponibilità, hanno l’opportunità di migliorare la vita offrendo agli utenti le informazioni di cui hanno bisogno rapidamente, a colpo d’occhio”, ha dichiarato Stacey Burr, presidente della gestione prodotti per la piattaforma WearOS di Google. L’aggiunta della tecnologia e del team di Fossil Group a Google dimostra il nostro impegno nel settore dei dispositivi indossabili, consentendo un portafoglio diversificato di smartwatch e supportando le esigenze in continua evoluzione dei consumatori in cerca di vitalità e in movimento”.

La dichiarazione ufficiale di Burr anticipa al fatto che Fossil sia al lavoro su un certo tipo di tecnologia incentrata sulla salute e Fossil sia stato il partner hardware più coerente e a lungo termine di Google su WearOS da quando è stato creato Android Wear. .

Burr ha dichiarato a Wareable che Google ha visto la tecnologia e ha pensato che “Potrebbe essere portato in modo più espansivo se Google avesse questa tecnologia, e non solo fosse in grado di continuare a usarlo con Fossil ma lo concedesse ad altri partner nell’ecosistema”. Burr prosegue dicendo che Fossil porterà la tecnologia sul mercato sotto forma di prodotto e si espanderà “attraverso la nostra gamma completa di marchi nel tempo”, prima di espandersi “in tutto il settore nel tempo a vantaggio di tutti”.

Fossil si è specializzata in quelli che sono noti come smartwatch ibridi: dispositivi che eseguono alcune funzioni intelligenti minori come il monitoraggio e le notifiche ma assomigliano ad un normale orologio da polso di fascia media. 

Per Google, questa potrebbe essere una grande opportunità per rivoluzionare WearOS e provare realmente a competere con Apple Watch, magari con un Pixel Watch.