google-Fuchsia

Google pubblica la documentazione di Fuchsia, il futuristico sistema operativo

Google ha recentemente pubblicato la documentazione per il suo imminente sistema operativo Fuchsia che molti pensano possa sostituire sia Android che Chrome OS. Il software è in sviluppo da più di due anni ma il colosso delle ricerche non ha mai detto nulla del suo progetto fino ad ora, giorno in cui ha deciso di pubblicare una documentazione approfondita.

Poiché sia ​​Android che Chrome OS stanno utilizzando il kernel Linux al loro interno, molti credono che Fuchsia OS sia anche un sistema operativo basato su Linux. Google, nella documentazione, fa sapere però che “Fuchsia non è Linux”.

Fucsia, un OS modulare basato sulle capacità

Secondo le informazioni a disposizione, Fuchsia è stato pensato per essere un sistema operativo modulare basato sulle capacità di utilizzare un kernel chiamato Zircon, un microkernel che fornisce i driver di base e l’implementazione C Library (libc). Anche se la documentazione è lontana dall’essere completa, non possiamo fare a meno di notare che il sistema operativo Fuchsia di Google è abbastanza unico, innovativo e promettente, utilizzando librerie e componenti costruiti da zero, sebbene sia un sistema operativo simile a UNIX con compatibilità e utilizzo di Driver basati su Vulkan.

Ad esempio, utilizza un renderering chiamato Escher, che fornisce ombre volumetriche, effetti per lenti, diffusione della luce e giochi di colore. Inoltre, i filesystem di Fuchsia sembrano esistere interamente all’interno e non sono collegati, né caricati con il kernel.

“I filesystem di Fuchsia possono essere modificati con facilità – le modifiche non richiedono la ricompilazione del kernel, infatti, l’aggiornamento ad un nuovo filesystem può essere eseguito senza riavvio”, si legge nella documentazione.

Se sei curioso di sapere come Google sta costruendo il suo sistema operativo, puoi studiare la documentazione disponibile a questo indirizzo.

(Visited 152 times, 3 visits today)