Google Pixel 2

Google Pixel 2 e Pixel 2 XL: i nuovi smartphone di Big G

Google ha presentato a San Francisco i due nuovi alfieri della piattaforma Android: Pixel 2 e Pixel 2 XL. A bordo naturalmente c’è Oreo, la versione 8 del sistema operativo di Big G, con tutte le novità che porta con sé.

A dar vita ai due modelli troviamo il processore di punta di Qualcomm: lo Snapdragon 835, cui si affiancano 4 GB di memoria Ram per un multitasking fluido in ogni condizione di utilizzo. Un abbinamento che porta i Pixel al vertice della classifica dei modelli più potenti, insieme ai top di gamma dei migliori produttori. Un quantitativo di memoria di 64 o 128 GB offre il supporto necessario a tutti i contenuti digitali dell’utente e alle app di Google Store.

Google Pixel 2

Sotto il profilo del design, le scocche dei Pixel 2 sul retro coniugano vetro e metallo senza soluzione di continuità per un risultato cromatico d’effetto. La soluzione è simile a quella vista nella prima generazione di Pixel. I Google Pixel 2 sono poi impermeabili secondo lo standard IP67, una caratteristica sempre più apprezzata dagli utenti. Così come apprezzata è la funzionalità Always On Display, per visualizzare informazioni e notifiche senza dover far uscire lo smartphone dallo stand-by.

Google Pixel 2

Il più compatto dei due modelli, è caratterizzato da un display Oled Quad HD da 5 pollici di diagonale e di una batteria da 2.700 mAh. Sarà disponibile in tre livree: nero, azzurro e bianco. Come già il primo Pixel, il retro della scocca è caratterizzato da due diversi tipi di superficie che creano un piacevole effetto cromatico. Prezzo: a partire da da 649 dollari.

Google Pixel 2

Google Pixel 2 XL

In virtù del suo display Oled da 6 pollici (1.440×2.880 pixel) con vetro protettivo polarizzato per una miglior visione anche al sole, vanta dimensioni più generose e anche una batteria più capiente. Le specifiche parlano infatti di 3.520 mAh, con sistema di ricarica veloce: 7 ore con 15 minuti di ricarica. Sarà disponibile in versione nera e bianca. Prezzo da 849 dollari.

Pixel-2-XL

Una fotocamera intelligente

Ma non è solo una questione di specifiche tecniche. I due nuovi Google fanno dell’intelligenza artificiale un punto di forza, grazie alla possibilità di un riconoscimento vocale accurato e del riconoscimento degli oggetti. Si ha quindi la possibilità di trarre informazioni dal Web su ciò che l’utente inquadra con la fotocamera. Quest’ultima, dotata di singolo sensore da 12,2 Megapixel, apertura focale f/1.8 e sistema di stabilizzazione ottica, è particolarmente ottimizzata per lavorare in abbinamento alle applicazioni di Intelligenza artificiale. L’accuratezza del riconoscimento degli oggetti, promette Big G, è prossima a quella dell’occhio umano. Un altro fiore all’occhiello legato all’abbinamento dell’apparato fotografico con l’AI è la gestione della realtà aumentata, che promette un nuovo livello di interattività con il mondo reale. La tecnologia Dual Pixel Sensor, promette Google, permette inoltre effetti e funzionalità simili a quelle ottenibili con modelli dotati di due sensori.

La seconda generazione dei Pixel sarà disponibile inizialmente in Australia,  Canada, Germania, India, UK, Stati Uniti ma anche in Italia (già in preordine a 989 euro), Singapore e Spagna in un secondo momento. Sicuramente prima di Natale.

Accessori: Daydream e Pixel Buds

Non mancano poi accessori per i Google Pixel 2. Parliamo del visore per la realtà virtuale Daydream e gli auricolari Pixel Buds. Fra le loro caratteristiche quella di trasformarsi all’occorrenza in traduttori in tempo per utenti che parlano lingue differenti (40 lingue). 5 ore di autonomia con una carica e, grazie alla cover con batteria integrata, fino a 24 ore di riproduzione. Prezzo 159 dollari.

Google_Daydream

Pixel Buds

Altri annunci: Google Pixelbook, Home Mini e Home Max

La presentazione dei Pixel 2 è l’occasione per introdurre anche nuovi prodotti della gamma di dispositivi Google. Fra questi il nuovo Google Pixelbook, la cui ambizione è quella di rivoluzionare il modo in cui utilizziamo il portatile. Dal peso di 1 KG e con uno lo spessore di 1 centimetro soltanto, dispone di un display 12,3 pollici Quad HD per una densità di 235 pp, processori Intel Core i5 e i7, 16 GB di Ram e fino a 512 GB di SSD. Può essere utilizzato anche come tablet, grazie alla tastiera con apertura a 360 gradi. La batteria è in grado di garantire fino a 10 ore di autonomia. Il sistema operativo è Chrome OS. Pixelbook Pen con oltre 2.000 livelli di sensibilità di pressione e una latenza di soli 10 millisecondi, si propone come la compagna ideale del nuovo laptop. Costerà 99 dollari. Il Pixelbook sarà disponibile in tre versioni a partire da 999 dollari.

Pixelbook

C’è poi Google Home Mini, che si affianca all’assistente vocale casalingo Google Home e vi aggiunge un elemento importante: la compattezza. Disponibile in tre colori (grigio, rosso e nero) promette lo stesso livello di prestazioni. Sarà disponibile a 49 dollari negli Stati Uniti a partire dal 19 ottobre.

Google-Home-Mini

All’opposto, dedicato agli amanti della musica, troviamo invece Google Home Max. Questa versione dell’assistente Vocale di Big G è caratterizzato dalla tecnologia Smart Sound, è in grado di adattarsi in automatico all’ambiente in cui viene posizionato (in orizzontale o verticale) per offrire sempre la miglior qualità audio. Sarà disponibile da dicembre negli Stati Uniti a 399 dollari e a seguire in alti Paesi.

Google-Home_Max

Google Clips è infine una mini fotocamera portatile che scatta foto in automatico, guidata da un’intelligenza artificiale che promette di riconoscere il momento giusto per effettuare lo scatto. Prezzo: 249 dollari.

Clips

(Visited 123 times, 1 visits today)