Huawei

Huawei: problemi di sicurezza per l’Authority britannica

Un rapporto del governo britannico ha fortemente criticato Huawei riguardo al livello di sicurezza, rivelando importanti problemi tecnici nel software che ad oggi rappresenterebbe un rischio per le reti mobili del Paese.

Il fascicolo proviene dal National Cybersecurity Center (NCSC) e afferma nel quinto rapporto annuale sulla società che “mentre lo stato attuale dei prodotti e servizi non rappresenta una minaccia immediata per la Gran Bretagna, il modo generale in cui Huawei si avvicina allo sviluppo del software e delle infrastrutture è altamente preoccupante e motivo di allarme”.

Tuttavia, il NCSC non ha presentato alcuna prova concreta sull’ipotesi che la compagnia o il governo cinese effettui o abbia effettuato attività di sorveglianza o spionaggio con i suoi smartphone. Un’accusa che invece è stata rivolta al produttore cinese negli Stati Uniti.

Problemi già noti

L’aggiornamento annuale sulla sicurezza di Huawei Technologies ha riferito che i funzionari non sono fiduciosi sul fatto che il produttore cinese abbia intenzione di risolvere i problemi, sottolineando che la società non ha ancora fatto nulla per affrontare i difetti identificati nella relazione dello scorso anno.

La relazione di giovedì ha affermato che è possibile dare solo “una garanzia limitata” e che i rischi a lungo termine per la sicurezza nazionale derivanti dal coinvolgimento di Huawei in importanti reti di telecomunicazioni britanniche possano essere adeguatamente gestite.

Fonte