Pokémon: non giocate vicino alla centrale di Fukushima

I Pokémon continuano a far parlare di loro in tutto il mondo. La passione per l’app firmata da Nintendo non sembra placarsi. Anzi, come un contagio, il gioco sembra trovare nuova linfa giorno dopo giorno. In meno di due settimane è diventato un fenomeno mondiale dai risvolti economico finanziari, mediatici e sociali.

Si gioca ovunque: in casa, per le strade e, purtroppo, anche in auto. Vi sono infatti stati casi di incidenti dovuti a distrazioni fatali da parte di giocatori incalliti. Gli allenatori erano troppo contentrati sullo schermo del proprio smartphone per guardare quello che succede intorno.

All’apertura del gioco, infatti, un messaggio dell’app chiede ai giocatori di prestare attenzione alla realtà circostante. Anche durante le operazioni di gioco.

In Giappone, la Tepco, l’operatore responsabile della centrale di Fukushima, ha chiesto alla Nintendo di modificare i parametri che fanno apparire i personaggi dell’app Pokémon Go attorno al perimetro dei tre reattori nucleari di Daichi.

L’Autorità per la sicurezza nucleare in Giappone ha inviato un messaggio in cui si richiede di mantenersi a debita distanza dagli impianti nucleari durante le funzioni del gioco.

(Visited 83 times, 1 visits today)