Shadow of the Colossus

Shadow of the Colossus: il remake è meglio dell’originale

Circa 13 anni fa, nel 2005, Fumito Ueda realizzò un capolavoro videoludico (per PS2) dal titolo: Shadow of the Colossus. Pur con alcuni difetti tecnici, il motore grafico era in grado di incantare grazie ad una realizzazione stilistica senza pari, una sorta di poesia digitale. Come tutti i titoli d’autore, Shadow of the Colossus ebbe un buon successo, ma non fece breccia nei cuori delle masse…

Shadow of the Colossus: remastered

Ebbene, la notizia di questi giorni è che la nuova versione (adattata alla potenza grafica di PS4), nel regno unito ha registrato ottimi risultati di vendita tanto da superare con un netto +73% le vendite dell’originale, balzando in vetta alle classifiche settimanali. Da segnalare inoltre, che un’operazione simile (ma per PS3) non aveva invece portato i risultati sperati. Insomma, non sempre riproporre una vecchia gloria porta ai risultati sperati. Normalmente, quando si attinge al vecchio repertorio è per mancanza di idee ma in questo caso si è trattato di un atto doveroso:  Umeda all’epoca non era così famoso (anche se veniva dal successo di ICO) e Shadow of the Colossus un capolavoro. Adesso non avete più scuse per non giocarlo…