google-assistant

TIM: si ricarica il credito e si pagano le bollette con l’assistente di Google

Non passa giorno, ormai, che Google Assistant non aggiunga nuove funzioni, capaci di semplificare la vita dei consumatori. “Ok Google, parla con TIM” – ad esmepio – è una frase che i clienti di TIM conoscono bene e che possono pronunciare già da tempo con l’Assistente Google per accedere alle informazioni delle linee mobili.

Da oggi TIM ha esteso i servizi disponibili tramite l’Assistente di Google anche alle informazioni relative alla linea fissa di casa, e – prima telco in Italia e tra le prime in Europa – ai pagamenti delle fatture e alle ricariche.

È possibile infatti effettuare il pagamento delle fatture della propria linea fissa o ricaricare la linea mobile con addebito su carta di credito o Paypal.

TIM fa evolvere così i servizi digitali di caring – già disponibili su Web e sull’App MyTIM –  integrando l’Assistente Google e rendendo ancora più semplice e immediato il dialogo con i propri clienti. Grazie ai comandi vocali è possibile controllare in qualsiasi momento l’importo del credito residuo, lo stato delle offerte, o chiedere informazioni sulla propria fattura di casa, ampliando i servizi informativi già introdotti da TIM lo scorso ottobre, per prima fra le telco in Italia.

Presente sui dispositivi Android e iOS (tablet e smartphone) e speaker intelligenti come Google Home e Google Home Mini, l’Assistente di Google può impostare timer e sveglie, fare chiamate in auto, avere informazioni sul traffico, riprodurre musica, controllare luci o altri dispositivi smart della casa e molto altro, utilizzando semplicemente la propria voce.