Huawei P10: Recensione di Cellulare Magazine

Huawei P10 è, per molte ragioni, uno degli smartphone più attesi dell’anno. Al Mobile World Congress 2017 Huawei ha infatti rilanciato pesantemente la sua sfida nella categoria dei top di gamma. E lo ha fatto con due nuovi modelli: P10 e P10 Plus. I due smartphone hanno specifiche differenti, come le dimensioni del display, la configurazione delle fotocamere e la resistenza all’acqua, ma hanno l’obbiettivo di collocarsi al vertice delle rispettive fasce di appartenenza.

Qui concentriamo la nostra attenzione su Huawei P10, la versione “piccola”. Un display da 5,1 pollici Full HD e tutto il comparto hardware già visto su Mate 9, compresa la dual camera by Leica che cresce nella risoluzione del sensore bianco e nero fino a 20 Megapixel. Il processore Kirin 960 spinge forte e va a braccetto con 4 GB di memoria Ram e 64 GB di memoria interna. Buona la resa della batteria da 3.200 mAh e molto contenuto il peso: 145 grammi.

Il prezzo è in linea con le prestazioni: 679 euro.

 Confezione, design e qualità costruttiva

Huawei P10 appare costruito con ottimi materiali e ben assemblato. Oltre al metallo della scocca Huawei P10 può vantare tanti nuovi colori, studiati con l’istituto Pantone. La scatola è curata e comprende un carica batteria rapido, un auricolare di buona fattura, una pellicola proteggi schermo e anche un guscio in plastica preformato sulle forme dello smartphone.

Display

Il pannello da 5,1 pollici ha una risoluzione Full HD (cioé 1.920×1.080 pixel) ed è realizzato con tecnologia IPS. La resa cromatica è molto buona e anche gli angoli di visione sono apprezzabili.
Rispetto al Huawei P9 le dimensioni sono appena appena un po’ più piccole.

Fotocamera

Huawei P10 utilizza il medesimo schema già visto su Mate 9. Una doppia fotocamera, con un sensore RGB da 12 Megapixel e uno in bianco e nero nativo da 20 Megapixel. Le due unità collaborano anche in modalità automatica, quando il sensore monocromatico cerca di massimizzare la resa dei contrasti e dei dettagli fini e il sensore a colori riempe di gamma dinamica l’immagine.
Leica ha incorporato una funzione di taglio professionale per i ritratti, che possono beneficiare di un effetto bokeh accentuato e ben riuscito. La lente Summerit ha apertura focale 2.2, circostanza che rende la velocità di scatto non esattamente fulminea col rischio di perdere qualche immagine fugace, come il movimento di un animale o di un bambino. Straordinarie le prestazioni quando si attinge alla modalità Pro. Ci si può sbizzarrire e ottenere foto molto particolari ed efficaci. Scattare in bianco e nero è una vera goduria!
Meno soddisfacente il reparto video. Nonostante la disponibilità della risoluzione 4K, c’è ancora una fluidità perfettibile e qualche lag nella messa a fuoco.

Audio e ricezione

Il reparto radio è di alto livello, nessun problema nel ricevere e trasmettere il segnale. Anche la qualità della fonia è molto buona. L’audio della capsula auricolare e il vivavoce risultano alti e corposi in ogni utilizzo. Ottimo il posizionamento dello speaker sulla cornice inferiore del dispositivo.

Batteria

Huawei P10 monta una generosa batteria da 3.200 mAh. La batteria ha impiegato qualche giorno a raggiungere le migliori performance ma poi ci ha supportato per l’intera giornata lavorativa. Forse da una batteria cosi capiente ci si potrebbe aspettare qualcosa in più ma va certamente bene.

Prestazioni

C’è tanta potenza a bordo di Huawei P10. Il processore Kirin 960 spinge senza sosta ed è ben supportato da 4 GB di memoria Ram. Android 7.0 si muove senza incertezze e la EMUI 5.1, pur nella sua notevole complessità, potenzia il sistema senza nocumento alcuno. Il multitasking è assai efficace e anche le operazioni più complesse vengono gestite senza alcuna esitazione.
Buona la qualità della navigazione internet e come già detto la resa energetica della batteria.

OFFERTE A TEMPO AMAZON: NON PERDERE L’OCCASIONE

http://amzn.to/2jFHZ9A

Il giudizio di Cellulare Magazine: Huawei P10

Huawei P10 rappresenta certamente un passo avanti rispetto a P9. Le prestazioni sono ai vertici della categoria e il prezzo di 679 euro è li a testimoniare e confermare le ambizioni del prodotto. Insieme con lo spostamento del lettore di impronte digitali nella zona frontale dello smartphone, ci ha poco convinto il design, che perde in personalità rispetto alle vecchie generazioni, uniformandosi troppo ad altri dispositivi. Forse ci aspettavamo un balzo in avanti più netto rispetto a P9. Balzo che, probabilmente, troveremo sul P10 Plus, che grazie ad alcune diverse specifiche, promette performance ancora più “appuntite”.

PRO

  • Dual Camera
  • Ottima qualità costruttiva
  • Processore potente e ben performante

CONTRO

  • Il design attinge ai prodotti della concorrenza
  • Il display è più piccolo rispetto al passato
  • Luminosità della lente perfettibile

8,910Voto Finale
Huawei P10