Twitter, c’è aria di crisi

I venti di crisi investono Twitter e fanno vittime eccellenti, visto che quattro suoi vicepresidenti hanno rassegnato le loro dimissioni. Si tratta di Kevin Weil, responsabile di sviluppo e progettazione, Alex Roetter, responsabile dell’engineering, Brian Schipper, capo delle risorse umane e Katie Jacobs Stanton, responsabile dei rapporti con la stampa. A questi si è aggiunto anche Jason Toff, a capo di Vine (il servizio di condivisione video), che ha annunciato che andrà a lavorare per Google.

##BANNER_QUI##

Dopo la diaspora, Jack Dorsey, Ceo di Twitter, ha voluto fare chiarezza comunicando che per tutti si è trattato di una scelta personale e che nessuno è stato “messo alla porta”. In ogni caso si tratta di defezioni importanti e che inviano segnali non proprio incoraggianti sullo stato di salute del social network che, negli ultimi tempi, ha dovuto fronteggiare problemi legati alla scarsa crescita del numero di utenti e all’insoddisfazione degli investitori.