Liverpool e Acronis

Acronis partner del Liverpool. Ecco come i dati aiuteranno a vincere nel calcio.

Acronis, leader globale della cyber protection, ha stretto una partnership pluriennale con il Liverpool Football Club: l’azienda diventa il partner ufficiale della squadra Campione d’Europa, attualmente impegnata in Quatar nella Coppa del Mondo per Club.

Acronis fornirà al Liverpool soluzioni innovative per il backup digitale e il cloud, destinate ai dati, alle applicazioni e ai sistemi della squadra, offrendo al team inglese l’opportunità di integrare i cinque vettori SAPAS della cyber protection: salvaguardia, accessibilità, privacy, autenticità e sicurezza, per garantire una gestione efficiente dei carichi di lavoro.

Durante la presentazione, avvenuta oggi ad Anfield, il quartier generale dei Reds, sono state mostrate alcune aree nelle quali l’utilizzo della tecnologia, che è entrata da tempo nel mondo dello sport, potrà venire maggiormente in soccorso.

L’annuncio è stato diffuso durante l’Acronis #CyberFit Day, un evento che si è tenuto ad Anfield. All’evento sono intervenuti Billy Hogan, direttore commerciale del Liverpool, Enrico Tizzano, vicepresidente senior del team Technology and Transformation e Serguei Beloussov, fondatore e CEO di Acronis. Anche Ian Rush, leggenda del Liverpool, ha fatto una apparizione all’evento.

Serguei Beloussov, CEO di Acronis, ha addirittura preconizzato scenari in cui tutta la parte di “coaching” potrà essere gestita – in un futuro neppure troppo lontano – da robot. E ciò non renderà inutile l’apporto umano, che sarà sempre benvenuto, ma permetterà alla squadra di essere proprietaria al 100% delle elaborazioni degli allenamenti, della partite e della forma fisica degli atleti. Una parte al momento in mano ad allenatori e coach, che oggi lavorano con la società ma che, in un domani, sono destinati ad approdare su altri lidi. In più, tutti questi dati saranno protetti meglio che in una cassaforte.

Nonostante alcune previsioni futuristiche, Beloussov ha elogiato il manager dei Reds Jurgen Klopp, che l’anno scorso ha portato il club della Merseyside alla conquista della loro sesta Champions League, aggiungendo: “L’allenatore del Liverpool è fantastico, ma gli allenatori cambiano e l’apprendimento automatico può aiutare l’allenatore“.

Sarà inoltre possibile apportare miglioramenti alla formazione e al recupero delle energie perché si potrà registrare ogni istante e analizzarlo utilizzando il machine learning e i big data.

Altre aree in cui la tecnologia potrà offrire grandi benefici al calcio sono quelle della tattica, dello scouting e del recruitment di nuovi giocatori, dell’ingaggio dei supporter e, soprattutto, della sicurezza all’interno dello stadio, grazie ai sistemi di riconoscimento facciale.

Il Ceo di Acronis ha poi concluso: “Oggi Acronis fornisce solo software di protezione informatica, ma in futuro vogliamo allargare la partnership con il Liverpool, che è il miglior brand nel nostro portafoglio”.

Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Segui
Postato in NewsTaggato

Massimo Morandi

Giornalista, milanese, appassionato di tecnologia, dirige il mensile Cellulare Magazine dal 1998. Ama viaggiare, la buona cucina e il calcio.