cat s61

Cat 61: tutte le funzionalità della fotocamera termica Flir e le strategie di mercato

Al Mobile World Congress 2018 Cat phones ha lanciato il suo nuovo top di gamma, Cat S61. Si tratta di una versione aggiornata e migliorata del modello precedente Cat S60, e che si caratterizza per la presenza della fotocamera termica FLIR, anch’essa potenziata rispetto al modello precedente e dotata di un misuratore di distanza con puntatore laser e di sensore di misurazione della qualità dell’aria nei luoghi chiusi.

Permette un maggiore contrasto dell’immagine, con range di temperatura esteso fino a 400 gradi Celsius e upgrade in termini di qualità del dettaglio.

Con una dotazione tecnica così completa cresce anche il numero dei settori merceologici a cui questo dispositivo può rivolgersi. Diagnostica dei veicoli commerciali, monitoraggio dell’asfalto o del funzionamento di apparecchiature in presenza di temperature ancora più elevate si aggiungono ai tradizionali campi di applicazione, che comprendono l’analisi della dispersione di calore vicino a porte e finestre, l’individuazione di umidità e mancato isolamento, l’identificazione di apparecchi elettronici surriscaldati e sovraccaricati e la visione in completa oscurità o attraverso agenti oscuranti, come foschia e fumo.

Nel nuovo Cat S61 è stata aggiornata anche l’applicazione MyFlir. Nuove sono le ricercate funzionalità di cui è dotato, tra cui live streaming di immagini termiche, funzione tips and tricks integrate e collegamento diretto con la community per avere supporto da altri utenti e sfruttare al meglio le capacità di thermal imaging del proprio S61.

Cat S61 include anche un sensore Sensirion capace di misurare la qualità dell’aria in ambienti chiusi, utile per poter segnalare tempestivamente, ad esempio, la presenza in ambienti di lavoro chiusi, di alti livelli di inquinanti atmosferici (composti organici volatili detti VOC). Le fonti più comuni di VOC includono vernici, solventi, prodotti per la pulizia di tappeti e mobili e tutte le più comuni sostanze disperse negli ambienti tipici in cui è ideale l’utilizzo di un telefono Cat.

Il nuovo Cat S61 è progettato per tenere sotto costante controllo i livelli di qualità dell’aria interna ed informare gli utenti quando viene riscontrato che l’ambiente non è salutare, consentendo loro di prendere decisioni tempestive come aprire una finestra per migliorare la ventilazione o fare una pausa uscendo dalla stanza. Il sensore è in grado anche di fornire in tempo reale la lettura della temperatura e dell’umidità.

Cat S61 è inoltre dotato di un sistema di misurazione di distanza con puntatore laser, per misurare distanze da punto a punto fino a 10 m, quindi calcolare le dimensioni dell’area e passare dal sistema di misura metrico a quello imperiale. Tutti i dati vengono salvati all’interno dell’immagine stessa, in modo da poter effettuare stime di misurazione alternative o apportare modifiche senza dover tornare una seconda volta nel punto in cui sono già stati effettuati i rilievi.

Dal punto di vista hardware Cat S61 offre uno schermo da 5,2″ Full HD, protetto da Gorilla Glass 5 e ottimizzato per uso esterno. È IP68, resistente alla polvere e impermeabile fino a 3 metri per un’ora di immersione. È conforme alla specifica MIL 810G ed è costruito per resistere a test di caduta su cemento da 1,8 m ripetuti. Tutte queste caratteristiche sono essenziali per i clienti Cat phone che utilizzano spesso i propri dispositivi, ad esempio, per consultare e adattare mappe e fatture anche mentre si trovano fuori studio, impegnati magari sul sito di un impianto.

Il Cat S61 sarà disponibile per l’estate a un prezzo consigliato di 899 euro e accessibile al pre-ordine sul sito www.catphones.com e tramite rivenditori e operatori selezionati a livello globale.

Al Mobile World Congress Cellulare Magazine ha intervistato Riccardo Scaramuzzino, sales manager di Bullit per l’Italia che ci ha raccontato i nuovi prodotti e le strategie dell’azienda sul mercato Italia.

(Visited 162 times, 1 visits today)