Google maps velocità

Huawei: accordo con TomTom per l’utilizzo delle mappe e dei servizi di navigazione

Huawei ha stretto un accordo con la società olandese TomTom per l’utilizzo delle sue mappe e dei servizi di navigazione per gli smartphone.

Si tratta di uno sviluppo che non giunge inatteso, soprattutto in seguito al ban americano che, al momento, non permette alla società cinese di utilizzare sui nuovi telefoni, i servizi di Google, Google Maps compreso.

Huawei ha a più riprese dichiarato che tale vicenda, al di là di come si concluderà, non influenzerà i suoi piani di sviluppo, che restano fortemente ambiziosi. È di pochi mesi fa la notizia, data dal Ceo Richard Yu in occasione dell’IFA di Berlino, dell’investimento di 1 miliardo di dollari nello sviluppo dei Huawei Mobile Services. A novembre, inoltre, nel corso del Developer Day, la conferenza dedicata agli sviluppatori tenutasi a Milano, il colosso di Shenzhen aveva annunciato un investimento di dieci milioni di dollari nel nostro Paese, al fine di consolidare un ecosistema di app per smartphone e dispositivi connessi.

L’accordo con TomTom va in tale direzione, quella di rendersi indipendente da Google. Il portavoce di TomTom, Remco Meerstra, ha dichiarato che l’accordo è stato chiuso già da qualche tempo ma non era stato reso pubblico dalla società. Meerstra ha rifiutato di fornire ulteriori dettagli sull’accordo.

TomTom, d’altro canto, sta da tempo differenziando la propria attività, ora meno concentrata sulla vendita di dispositivi e più orientata verso l’offerta di servizi software. L’anno scorso l’azienda olandese aveva venduto la propria divisione telematica alla giapponese Bridgestone per concentrarsi sulle attività legate alle mappe digitali.