Huawei

Huawei batte Apple e vola al secondo posto al mondo

Huawei è il secondo produttore mondiale di smartphone. A dirlo è la recente analisi di Gartner. L’istituto di ricerca, sulla base dei risultati del secondo trimestre 2018, vede i telefoni cinesi superare i melafonini, conquistandosi così il secondo posto, dietro Samsung e davanti ad Apple.

La top five

Nella classifica dei primi cinque produttori mondiali di smartphone stilata da Gartner con riferimento al secondo trimestre 2018 si conferma al primo posto Samsung, seguita da Huawei e, dopo, da Apple. Ai piedi del podio, incalza Xiaomi e corre OPPO. Il superamento di Apple da parte di Huawei scardina gli equilibri degli ultimi anni e conferma che il mercato è sempre di più una partita tra Corea e Cina.

Il sorpasso di Huawei

Le vendite di smartphone di Huawei sono cresciute del 38,6%. «Gli investimenti, la costruzione del marchio e il posizionamento dei dispositivi Honor hanno contribuito a incrementare le vendite – spiega Anshul Gupta, research director di Gartner -. Huawei distribuisce gli smartphone Honor in 70 mercati in tutto il mondo e sta emergendo come il principale fattore di crescita». Ha pagato quindi la “campagna d’Europa”, ma anche l’allungamento del portafoglio prodotti e gli investimenti in tecnologia che hanno portato i suoi telefoni di punta a gareggiare alla pari con iPhone e le famiglie Galaxy e Note di Samsung.

Apple incassa il colpo

Le vendite della Mela sono stabili nel secondo semestre. Secondo Gartner, «la crescente concorrenza da parte dei marchi cinesi e le maggiori aspettative dei consumatori sul valore del telefonino stanno esercitando una forte pressione su Apple». Tradotto: i consumatori faticano a trovare innovazioni, servizi e feature che giustificano la spesa di oltre mille euro. Come a dire: il gioco non vale la candela. Da qui il successo di smartphone di fascia intermedia che offrono servizi non molto lontani dai primi della classe a prezzi, però, più accessibili.

Intanto Xiaomi si muove veloce

Chi nel frattempo si muove veloce è Xiaomi. Il marchio cinese appena sbarcato sul mercato italiano ha da poco lanciato in India il telefono di fascia alta al prezzo più basso. Il nuovo smartphone della compagnia orientale si chiama F1 e appartiene al neonato marchio low cost Pocophone di Xiaomi. Arriverà in Italia il 30 agosto. Spartano nel look ma ben dotato sul fronte hardware, esprime perfettamente la filosofia di mercato di questa nuova generazione di smartphone asiatici, concreti e potenti, limitati solo in termini di design. Non saranno il massimo dell’estetica, ma sanno fare tutto quel che serve.