Thales realizza ecoSIM per l’operatore WindTre

Thales, azienda attiva nella produzione di ecoSIM, ha realizzato per l’operatore WindTre la fornitura di schede SIM prodotte con materiale plastico interamente riciclato proveniente da vecchi frigoriferi e freezer.
L’innovazione di questo processo evita la produzione di migliaia di tonnellate di nuova plastica e sviluppa positivamente l’economia circolare. Con la sua ecoSIM Thales vuole supportare gli operatori di telefonia mobile nel fornire ai clienti un servizio innovativo anche in termini di sostenibilità, con la giusta attenzione nel ridurre l’impatto ambientale a beneficio del pianeta.

Thales fornisce a WindTre la prima ecoSIM realizzata con materiale plastico riciclato al 100% utilizzando il polistirolo di vecchi frigoriferi. Il progetto beneficerà anche del programma di compensazione delle emissioni di carbonio che garantisce a Thales la certificazione carbon neutral

Le ecoSIM offrono agli utenti la stessa esperienza e qualità delle SIM tradizionali. Anche il packaging è eco-compatibile, di piccole dimensioni e derivato da carta FSC per ridurre gli sprechi.

Ogni anno vengono prodotte da fonti fossili circa 4,5 miliardi di SIM tradizionali pari a circa 20000 tonnellate di plastica che corrispondono più o meno al peso di due Torri Eiffel. Oggi, con la distribuzione in Italia delle nuove ecoSIM, Thales contribuirà a ridurre l’impatto ambientale e a promuovere l’economia circolare.

Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Segui
Postato in NewsTaggato

Massimo Morandi

Giornalista, milanese, appassionato di tecnologia, dirige il mensile Cellulare Magazine dal 1998. Ama viaggiare, la buona cucina e il calcio.