Samsung Galaxy Note 7

Galaxy Note 7: uscita ritardata in Corea del Sud

Samsung ha ritardato la vendita libera del Galaxy Note 7 in Corea del Sud spostandola dal 28 di settembre al 1 di ottobre. Dietro la decisione c’è la volontà di dar precedenza ai modelli da sostituire dei clienti coinvolti nel richiamo mondiale dovuto a un difetto che ha causato lo scoppio di decine di batterie creando non pochi grattacapi all’azienda.

Nella roccaforte coreana i telefoni consegnati per la sostituzione sono stati 200.000, solo la metà di quelli effettivamente coinvolti. Un ritardo netto rispetto agli USA che è già a buon punto con le oltre 500.000 unità richiamate e sostituite. In totale, si parla di 2.5 milioni di Galaxy Note 7 coinvolti su scala mondiale su cui Samsung forzerà il richiamo attraverso aggiornamenti software che bloccano la carica della batteria e avvisi nel menu delle notifiche. Soluzioni drastiche ma necessarie a mettere al sicuro l’incolumità dei propri clienti nella speranza che i casi registrati siano pochi ed isolati.

Per ciò che riguarda il Vecchio Continente e l’Italia, non ci sono buone notizie e sembra proprio che la vendita generale slitterà alla fine di novembre in accordo con le dichiarazioni di un addetto di Samsung Europe.

Galaxy Note 7: recensione di Cellulare Magazine

YouTube

Caricando il video, l'utente accetta l'informativa sulla privacy di YouTube.
Scopri di più

Carica il video