Huawei Logo

Huawei: aggiornamenti ogni 2 mesi e funzioni premium sui telefoni di fascia media

Gli aggiornamenti software nell’ecosistema Android sono un incubo e molti produttori rilasciano nuovi modelli solo per non portare i miglioramenti sui vecchi.

Nella sua lotta per combattere la concorrenza, Huawei sta facendo un passo importante verso la risoluzione di questo problema. La società ha promesso infatti importanti aggiornamenti software per un’ampia gamma di dispositivi ogni due mesi, oltre alle patch di sicurezza mensili per Android.

Il primo passo sarà fatto il mese prossimo quando Huawei porterà l’opzione di sblocco con il viso a una gamma più ampia di telefoni, tra cui Huawei P10, P20, P20 Pro e altri modelli più economici come Mate9, Mate10 e Mate10 Pro, così come la nova3e, nova 2lite e nova 2i.

Sblocco con il viso

In una dichiarazione rilasciata alla stampa, Huawei spiega che si è impegnata a fornire questa funzionalità a molti dei suoi dispositivi, nonostante lo sblocco facciale venga offerto sui top di gamma.

“Huawei si impegna a migliorare le esperienze dei nostri clienti nuovi ed esistenti. Speriamo che i nostri clienti continueranno a divertirsi con l’utilizzo dei loro smartphone Huawei. Face Unlock è una funzionalità che fino ad ora era limitata agli smartphone premium.

Huawei è orgogliosa di poter portare questa funzionalità su una gamma di smartphone più ampia e accessibile. Siamo innovatori leader nella tecnologia degli smartphone e continueremo a fornire agli utenti prodotti all’avanguardia, che completano le loro esigenze e il loro stile di vita. Questo aggiornamento del firmware garantisce che la maggior parte dei nostri telefoni rilasciati negli ultimi due anni, oltre alle versioni per smartphone 2018, presenti funzionalità di Face Unlock. “

Fornire aggiornamenti ogni due mesi è una sfida che nemmeno Samsung è riuscita a portare a termine.