smartphone market share

Mercato Usa: bene Apple, tiene Samsung. Scende il prezzo medio

Guardare agli altri mercati è sempre molto interessante. Analizzare i dati del mercato americano è come immergersi in una realtà lontana, molto diversa rispetto a quella europea ed asiatica.

I dati del secondo trimestre 2020 di Canalys ci offrono uno spaccato interessante delle vendite negli States dove i risultati di alcuni produttori, nel bene o nel male, sono molto distanti da quelli ottenuti alla nostre latitudini.

In due parole: Apple ha quote bulgare (ormai vicine al 50%), Samsung tiene (con fatica) ma non cresce, LG, che nel nostro Paese e in Europa ha quote di mercato molto basse, si gode un bell’11%. Huawei non c’è, almeno la sua quota di mercato non si vede, ed è inutile spiegarne i motivi, considerata la vicenda nata con l’amministrazione americana.

Si vedono invece i nomi di Lenovo (in crescita) e di TCL, quest’ultima però in forte contrazione.

Canalys Q2/2020

Secondo l’ultimo rapporto di Canalys, comunque, le spedizioni di smartphone negli Stati Uniti sono aumentate dell’11% nel periodo aprile-giugno rispetto al trimestre precedente. Il mercato è però ancora in calo del 5% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il prezzo medio di un nuovo smartphone negli Stati Uniti è stato di 503 dollari, il 10% in meno rispetto al valore nel primo trimestre del 2020. Canalys stima che il 70% degli smartphone spediti negli Stati Uniti nel secondo trimestre del 2020 siano stati prodotti in Cina, con un aumento del 10% su base trimestrale.

Apple su tutti

7 dispositivi su 10 venduti negli Stati Uniti sono modelli Apple o Samsung. La sola Apple che ha spedito ben 15 milioni di unità e si è assicurata una quota di mercato del 47%. In seconda posizione c’è Samsung che ha distribuito 7,4 milioni di dispositivi, uguagliando il risultato dello scorso anno. LG è al terzo posto con 3,5 milioni di telefoni e una quota di mercato dell’11%. Lenovo (2,2 milioni di spedizioni) e TCL (1,3 milioni) completano la top 5.

Secondo Vincent Thielke di Canalys, la pandemia di Covid-19 e un ridotto potere di spesa dei consumatori hanno impedito una più decisa adozione di smartphone 5G. Considerata anche la copertura di rete limitata, gli utenti hanno preferito comprare dispositivi 4G.

iPhone 11 e iPhone SE (2020) di Apple sono stati i telefoni più venduti del trimestre. I Galaxy S20 di Samsung hanno deluso, anche se il produttore sudcoreano ha venduto molti modelli entry-level come Galaxy A10e e A20 che hanno ricevuto una mmigliore accoglienza da parte degli acquirenti.

Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Segui
Postato in NewsTaggato

Massimo Morandi

Giornalista, milanese, appassionato di tecnologia, dirige il mensile Cellulare Magazine dal 1998. Ama viaggiare, la buona cucina e il calcio.