OnePlus

OnePlus licenzia il 90% del personale in Europa. Cosa sta succedendo?

OnePlus ha ridimensionato la sua forza lavoro nel Regno Unito, in Francia e in Germania, tagliandola del 90 percento, e lasciando un massimo di tre dipendenti nei ruoli chiave per area, così da poter ancora gestire le operazioni nei rispettivi mercati.

Offerta
OnePlus 7T Smartphone, 8 GB...
560 Recensioni
OnePlus 7T Smartphone, 8 GB...
  • Super smooth display – alta risoluzione con refresh...

Lo riporta il sito Engadget: un portavoce dell’azienda ha rilasciato una dichiarazione al celebre sito online, spiegando che i licenziamenti sono dovuti a una fase di “normale ristrutturazione” in tutta Europa al fine di concentrarsi sui mercati più forti. Non è chiaro esattamente quanti dipendenti siano stati licenziati.

Secondo le fonti di Engadget, altre country in Europa tra cui Danimarca, Finlandia, Paesi Bassi e Belgio non sono state interessate dai tagli. Alcuni dipendenti sono stati inoltre invitati a trasferirsi nella nuova sede di OnePlus a Londra e a Helsinki, in Finlandia.

L’analista Ben Wood di CSS Insight ha tentato di spiegare il possibile motivo della ristrutturazione in Europa. Wood la attribuisce al calo delle vendite nel Regno Unito e alla disponibilità del modelli OnePlus 8 nel listino di un unico operatore: 3 UK. Sia EE sia O2 non hanno infatti più messo a portfolio i telefoni OnePlus dopo i modelli 7 Pro 5G e OnePlus 6T.

Wood ha spiegato che OnePlus ha difficoltà a mantenere relazioni a lungo termine con le compagnie telefoniche in tutta Europa. “Ciò ha visto OnePlus saltare da un gestore all’altro. Sembra inoltre esserci una crescente convinzione del fatto che OnePlus sia caduta nella trappola di un eccesso di promesse e di una risposta insufficiente, proprio l’opposto di quello che era accaduto al lancio“.

OnePlus ha visto la concorrenza in Europa crescere in modo repentino negli ultimi anni, con l’arrivo di molti competitor cinesi fra cui Realme, Xiaomi, Redmi, Asus, Oppo e, più recentemente, Vivo. E così, si è allontanata dal suo messaggio originale di offrire hardware di fascia alta a prezzi aggressivi, e non è più riuscita a catturare nuovi clienti, perdendo anche quelli che avevano rappresentato il suo zoccolo duro.

È troppo presto per capire il successo commerciale che stanno ottenendo OnePlus 8 e 8 Pro, soprattutto in presenza della pandemia di COVID-19, che ha generato un calo complessivo nelle vendite di smartphone in tutto il mondo.

Tuttavia, i prezzi della linea OnePlus 8 (soprattutto quello della versione Pro) sono proibitivi e non sarà facile convincere i consumatori a considerare l’acquisto di un prodotto dell’azienda cinese in luogo di uno smartphone della concorrenza.

Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Segui
Postato in NewsTaggato

Massimo Morandi

Giornalista, milanese, appassionato di tecnologia, dirige il mensile Cellulare Magazine dal 1998. Ama viaggiare, la buona cucina e il calcio.