Rivoluzione mobile: oggi si spende di più per i giochi da smartphone

Il gioco e i videogames hanno segnato più di una generazione, abituandoci ad un fatto quasi conclamato: nessun amante del gaming può fare a meno di una consolle di ultima generazione o di un PC customizzato per questo obiettivo. Così è stato fino a poco tempo fa, ma oggi non è più vero: gli utenti ora spendono più soldi nel gaming mobile rispetto a tutte le altre piattaforme messe insieme. In pratica, nel 2017 i giocatori hanno deciso di investire i propri soldi per acquistare le app per smartphone o per usufruire di altri servizi web di gaming dal cellulare. Questa novità merita un approfondimento a parte e necessita alcune considerazioni sul fenomeno.

Gaming mobile: +33% di fatturato rispetto alle altre piattaforme

In base ai dati raccolti da uno studio condotto da App Annie e da IDC, nel 2017 il fatturato dei giochi da smartphone ha superato del +33% quello di tutte le altre piattaforme di gaming messe insieme. Non è un caso che l’80% del fatturato degli app market come Google Play e App Store sia stato proprio il frutto della vendita delle applicazioni di gaming. E non è tutto, perché vanno anche sottolineati i servizi di gioco sul web, accessibili anche da mobile. Nella lista dei grandi successi figurano anche i casinò online: c’è chi gioca alla roulette online su LeoVegas, e chi preferisce altri videogames d’azzardo come ad esempio le slot machine, il video poker e il blackjack. Ad aver avuto un impatto notevole sul successo di questi siti c’è anche l’opzione Live, che consente (ovviamente anche da telefonino) di giocare collegandosi alle videocamere dei casinò reali.

Gli altri dati interessanti del fenomeno mobile gaming

Come detto poco sopra, il fatturato del mobile gaming supera gli altri con una percentuale davvero importante. È comunque possibile entrare nello specifico, mettendo a confronto questo dato con i numeri delle altre comuni piattaforme di gaming. Ad esempio, studiando la ricerca di IDC e App Annie, emerge questo: i giochi da smartphone hanno letteralmente doppiato le vendite di quelli da PC. Per quanto concerne le consolle, invece, il dato è ancor più elevato: le app gaming hanno visto vendite superiori di 3,6 volte. Il tutto senza dimenticare che, ogni anno, le consolle sviluppano un mercato miliardario tutt’altro che in declino: questo per far comprendere tutta l’eccezionale portata del fenomeno del gaming da mobile.

Il Paese che spende di più è l’Asia

In Italia sono numerosi gli utenti che preferiscono giocare da smartphone piuttosto che da PC o da consolle: nessun paese, però, riesce ad avvicinarsi ai numeri registrati dal continente asiatico. In Asia il mobile gaming è ormai un’istituzione consolidata, e questo spiega perché le software house di settore hanno scelto di concentrarsi soprattutto su questo mercato: semplicemente perché è il prodotto che piace di più.

Per quanto riguarda le prospettive, il mobile gaming è destinato a crescere ancora: in attesa dei dati ufficiali del 2018, è già possibile mettere la firma su questa previsione.