Xiaomi Mi8 Pro: la recensione di Cellulare Magazine

Tra i produttori che si sono distinti in questo 2018 impossibile non nominare Xiaomi. Un anno davvero proficuo, impreziosito dall’uscita di questo Xiaomi Mi8 Pro, un top di gamma a tutti gli effetti che presenta soluzioni tecniche molto interessanti. La peculiarità di questo smartphone è senza dubbio la sua scocca trasparente ideata per ettere in mostra la sua natura “naked”; il Mi8 Pro è infatti privo di copertura posteriore per svelare la componentistica interna. In realtà si tratta solo di un vezzo stilistico, i chip che si intravedono sono delle riproduzioni in pastica ma l’effetto è davvero scenografico. All’interno il processore è però tutt’altro che di plastica, visto che lo smartphone Xiaomi Mi8 Pro porta in dote il chip Snapdragon 845, il più potente ad oggi in circolazione.

Per quanto riguarda la parte frontale l’aspect ratio è l’ormai classica 18:9 per fare spazio a un display SuperAmoled da 6,2 pollici. Siamo infatti in presenza di uno smartphone dalle dimensioni generose ma ben proporzionato. Concludiamo la descrizione sottolineando che la scocca ha finiture in metallo e sul retro sono presenti due sensori fotografici, mentre quello per le impronte digitali è posizionato sul fronte del telefono.


Xiaomi Mi8 Pro: potenza da vendere

Lo Snapdragon 845 a bordo si avvale di ben 8 GB di Ram con la possibilità di archiviare fino a 128 GB di dati senza però poterli espandere. Inutile sottolineare come la potenza disponibile sia sufficiente per qualsiasi operazione, anche la più complessa come i giochi, che si avvalgono dell’ottima Gpu integrata. Ogni operazione è immediata così come l’apertura di qualsiasi sito Internet. A bordo non manca nemmeno il chip Nfc, ormai indispensabile per i pagamenti in mobilità. Infine un discorso a parte lo merita il sensore biometrico. Xiaomi lo ha posizionato appena sotto al display, una soluzione coraggiosa e scenografica. Quando si appoggia il dito, una piacevola animazione sottolinea il contatto prima dello sblocco; sembra una sciocchezza ma le prime volte lo utilizzerete anche se non vi serve, solo per il gusto di guardarla. Purtroppo il funzionamento non è piacevole quanto l’animazione, non sempre infatti è impeccabile e vi obbligherà a ripetere il gesto. Per fortuna le cose migliorano utilizzando il riconoscimento facciale (sbloccato sul Mi 8 Pro dalla nuova versione della MIUI 10), attivando il quale, infatti, tutto funzionerà più velocemente.
Sottolineiamo inoltre la mancanza del jack per le cuffie da 3,5 mm, anche se in confezione è previsto un adattatore Usb Type-C che mitiga in parte la delusione.  In confezione troverete anche una comoda custodia trasparente in silicone, utile per proteggere il Mi8 Pro.

Confezione, design e qualità costruttiva

Il top di gamma di Xiaomi Mi8 Pro non lesina nulla dal punto di vista del design. Finiture esterne in metallo, copertura posteriore in vetro e perfino una finta componentisca che si può ammirare attraverso le trasparenze del vetro. A completare il tutto una texture in carbonio e una doppia fotocamera con i sensori evidenziati da un cerchio rosso. Insomma, Mi 8 Pro oltre ad essere potente è davvero bello da vedere.

Display

Generoso e brillante il pannello Super Amoled da 6,2 pollici utilizzato sul Mi8 Pro. La risoluzione è invece Full HD+ (1.080×2.240 pixel) e offre un buona visibilità anche in presenza di luce solare diretta. I colori sono saturi ma ben contrastati come ci si aspetterebbe da un dispay di questo livello. Il formato è ovviamente in 16:9 ed è presente la classica tacca “notch” sulla parte alta del pannello.

Fotocamera

Molto corposa la sezione fotografica di Xiaomi Mi8 Pro che si avvale di un doppio sensore da 12+12 Megapixel. Ovviamente le focali sono differenti: quella da f/1.8 è stabilizzata, mentre quella da f/2.4 consente lo zoom dell’immagine. Insieme permettono, tra le altre cose, di sfoggiare un ottimo effetto sfocatura, conosciuto anche come effetto bokeh, per mettere in risalto i soggetti in primo piano. La qualità è buona, sia in termini di colori sia di dettaglio; l’HDR funziona egregiamente e, quando viene utilizzato insieme all’intelligenza artificiale (in grado di di riconoscere la scena da scattare), i risultati sono sorprendenti.
Gli scatti notturni sono invece inferiori a quelli della concorrenza (sempre nell’ambito dei top) ma vanno comunque bene per un utilizzo amatoriale.
C’è anche una fotocamera frontale da 20 Megapixel che permette un ottimo effetto sfocato. Infine il Mi 8 Pro è in grado di registrare video stabilizzati con risoluzione massima in 4K.

Audio e ricezione

Le prestazioni della capsula auricolare e del microfono sono in linea con gli smartphone del segmento. La capsula auricolare riproduce un suono cristallino e privo di inflessioni metalliche; ottima la qualità sia in termini di volume sia di suono anche del vivavoce. L’unico appunto che ci sentiamo di fare riguarda il sensore di prossimità che tende ad “addormentarsi” durante le chiamate.

Batteria

Si arriva a fine serata ma con difficoltà. Siamo nella media 
del segmento ma non ci sono prestazioni miracolose con questa batteria da 3.000 mAh.

Prestazioni

Xiaomi Mi8 Pro è un gran bel telefono pur con qualche piccola sbavatura. Il sensore di impronte e quello di prossimità fanno qualche capriccio e la batteria da 3.000 mAh arriva a fine giornata arrancando. Manca poi il jack per le cuffie. Di contro ha tutto quello che potete desiderare in un top di gamma a partire dal processore più potente della categoria e un quantitativo di memoria Ram (8 GB) davvero invidiabile. Tutte le operazioni sono immediate, senza rallentamenti, e il telefono non si surriscalda quasi mai.

Il giudizio di Cellulare Magazine:
Xiaomi Mi8 Pro

Uno smartphone performante, bello da vedere e con soluzioni tecniche all’avanguardia. Il Mi8 Pro è davvero uno smartphone completo, in linea con i top di gamma del momento ma disponibile a un prezzo più conveniente. Difficile trovare di meglio a questo prezzo. Unico neo il sensore di impronte frontale, posizionato appena sotto al display. Non sempre la nostra impronta è stata infatti recepita correttamente. Tra i motivi di acquisto impossibile non citare l’effetto “Wow” della scocca trasparente, con i componenti in mostra che attirano gli sguardi come il miele con gli orsi. L’ultima considerazione, non certo per importanza, riguarda il prezzo di vendita. Mi8 Pro costa 649 euro a listino ma è già -possibile acquistarlo a meno. Difficile trovare una dotazione simile a questo prezzo e con queste soluzioni tecniche su altri smartphone. Ecco il motivo per cui abbiamo assegnato a Xiaomi Mi8 Pro i due nostri Awards per il “Design” e per il “Best Price”.

PRO

  • Tra i più potenti smartphone in circolazione
  • Ottimo il design della scocca
  • Ottimo rapporto prezzo/qualità

CONTRO

  • Sensore di prossimità non sempre puntuale
  • Sensore di impronte frontale migliorabile
  • Manca il jack da 3,5 mm per le cuffie ma è presente un adattatore

7,8 Voto Finale