Android 11

A partire da Android 11, gli aggiornamenti non immobilizzeranno più il nostro smartphone

Ci sono alcuni importanti cambiamenti in arrivo per gli smartphone Android: qualsiasi nuovo dispositivo che integrerà il prossimo Android 11 e i servizi del Google Play, dovrà includere uno schema chiamato partizione virtuale A/B.

Ciò significa che il dispositivo dovrebbe avere due partizioni di sistema, una utilizzata attivamente e l’altra disponibile per l’aggiornamento, che avverrà senza uscire dall’ambiente Android. La conseguenza è che non sarà più necessario immobilizzare il proprio smartphone per lunghi minuti quando si deve effettuare un aggiornamento di sistema, guardando la noiosa schermata di sistema e aspettare l’aggiornamento e l’ottimizzazione di tutte le app installate sul dispositivo.

realme XT 6 GB RAM 64 GB ROM...
60 Recensioni
realme XT 6 GB RAM 64 GB ROM...
  • 【Modello】realme XT Smartphone. Impronta digitale...

L’idea delle partizioni virtuali A/B circola da tempo ed è già stata adottata da numerosi produttori di dispositivi Android. Tuttavia, ora dovrebbe divenire obbligatoria e senza di essa non verrà concessa la licenza per i Google Play Services.

In presenza di due partizioni di sistema, una viene avviata e utilizzata attivamente, mentre l’altra – una replica esatta – può essere usata per caricare il sistema aggiornato senza chiudere Android 11. Una volta completato l’aggiornamento, è sufficiente un riavvio per riallineare le due partizioni.

Il nuovo sistema non solo permetterà all’utente di non avere mai il suo smartphone inutilizzabile a causa di un aggiornamento, ma consentirà di ripristinare il sistema in presenza di un aggiornamento fallito, andandolo a recuperare nell’altra partizione. Il rovescio della medaglia è la perdita di spazio di archiviazione, e ciò potrebbe rivelarsi particolarmente problematico per i produttori che utilizzano personalizzazioni Android più pesanti e approfondite.

Ma per l’utente, il nuovo processo introdotto da Android 11 si tradurrà in un’esperienza più fluida, continuata e meno problematica.

Fonte

Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Segui
Postato in Android NewsTaggato

Massimo Morandi

Giornalista, milanese, appassionato di tecnologia, dirige il mensile Cellulare Magazine dal 1998. Ama viaggiare, la buona cucina e il calcio.