Apple presenta i nuovi iPhone 11, Pro e Pro Max, iPad e Watch 5

Apple ha presentato questa sera allo Steve Jobs Theatre di Cupertino una nutrita serie di novità: iPhone 11, iPhone 11 Pro e Pro Max; Apple Watch di quinta generazione; il nuovo iPad con display da 10,2 pollici e i servizi Apple TV+ e Apple Arcade. Guardiamoli più da vicino.

Apple iPhone 11

iPhone 11 vanta un nuovo design con scocca in vetro anche nella parte posteriore. Per garantire solidità alla struttura anche la porzione di scocca in rilievo, che ospita le nuove fotocamere, è parte della stessa lastra. La doppia fotocamera con due sensori da 12 Megapixel offre un’ottica grandangolare da 26mm f/1.8 e una ultragrandangolare 13 mm f/2.4 (in pratica passando dalla seconda alla prima abbiamo uno zoom ottico 2X). Novità anche per l’interfaccia utente della nuova fotocamera che riesce a mostrare all’utente nello stesso tempo ciò che le due ottiche posteriori inquadrano, per consentire un più facile composizione dell’immagine. Fra le tante, spicca la nuova funzionalità notturna, che fa uso della funzione di adaptive braketing per immagini ricche di dettaglio anche in condizioni di scarsa illuminazione.

Per quanto riguarda i video, iPhone 11 sfoggia un sistema di stabilizzazione delle immagini migliorato rispetto a quello della precedente generazione. La risoluzione massima delle clip video registrate è 4K a 60 frame al secondo. Non mancano la modalità time lapse e una gamma dinamica migliorata. Più ergonomica anche l’attivazione della modalità video a partire da quella fotografica: sarà sufficiente spostare verso il basso il tasto di scatto. Altra novità, in ambito imaging, interessa il flash: ora è il 36% più luminoso rispetto al passato.

La fotocamera frontale con sensore da 12 Megapixel con tecnologia TrueDepth permette di ampliare l’angolo di ripresa se si ruota in orizzontale iPhone 11. Anche in questo caso sono possibili registrazioni video 4K a 60 fps e video in slow-motion.

Ad animare il nuovo iPhone, come ampiamente previsto, è il nuovo Chip A13 Bionic che, a detta di Apple, offre prestazioni da primato e di molto superiori a quelli della concorrenza sia lato Cpu sia per la sezione grafica (Gpu). Assente però la connettività dati 5G.

Il display da 6,1 pollici, con notch adotta la tecnologia Liquid Retina (LCD, non Oled dunque) e dispone di funzionalità Haptic Touch. Il sistema audio offre una resa acustica avvolgente, promette Apple, grazie anche al supporto di Dolby Atmos.

A fronte delle prestazioni migliorate, iPhone 11 offre un’autonomia di 1 ora in più rispetto ad iPhone XR.

I colori in cui sarà disponibile sono viola, bianco, giallo, verde, nero e rosso. Il prezzo di partenza è fissato in 839 euro per la versione da 64 GB di storage, 889 euro per quello da 128 GB e 1.009 euro per iPhone 11 da 256 GB.

Apple iPhone 11 Pro e Pro Max

La prima grande differenza del nuovo iPhone 11 Pro è data dalla presenza di tre fotocamere posteriori (di cui parliamo più avanti). Secondo Apple è l’iPhone migliore di sempre, grazie anche a una costruzione in acciaio e vetro.

Il display è fra i fiori all’occhiello di questi due nuovi iPhone. Chiamato Super Retina XDR, è per la versione Pro da 5,8 pollici e per la versione Pro Max da 6,5 pollici. In questo caso la tecnologia utilizzata è quella Oled per un rapporto di contrasto da ben 2.000.000 : 1 e una luminosità di 1.200 nit, a fronte del 15% di superiore efficienza energetica. Il multimedia si avvale delle tecnologia Dolby Vision e Dolby Atmos per offrire un’esperienza visiva e acustica avvolgente.

Anche in questo caso, a dar vita ai due modelli pensa il chip A13 Bionic, la cui Cpu è in grado di elaborare 1 miliardo di operazioni al secondo. Alla potenza di calcolo si sommano le tecnologie di machine learning per un’esperienza d’uso di livello superiore. Grazie a una tecnologia di produzione a 7nm i quattro core del chip A13 Bionic abbinano alte prestazioni a un altrettanto alto livello di efficienza energetica: rispetto ai modelli Xs e Xs Max di precedente generazione offrono rispettivamente 4 e 5 ore di autonomia in più. Anche in questo caso, assente la compatibilità con le reti mobili 5G.

Diamo ora uno sguardo più da vicino alle tre fotocamere posteriori, tutte con sensori d’immagine da 12 Megapixel. Anche in questo caso a cambiare è la lunghezza focale delle ottiche. Ad aggiungersi a quella grandangolare e ultragrandangolare di iPhone 11 vi è quella denominata “tele” da 52mm (in fotografia, diremmo che è il classico “normale”) con apertura f/2.0. All’atto pratico, partendo dalla lente grandangolare da 26mm l’utente avrà la possibilità di zoom ottici da 0,5x (13mm) e 2x (52mm).

Le fotocamere fanno uso della tecnologia Deep Fusion per scattare foto con un alto livello di dettaglio anche in condizioni di luce scarsa o comunque non ottimale. Questa tecnologia realizza una singola foto da 9 scatti fusi insieme: quattro scatti principali e quattro secondari e poi un ultimo con esposizione lunga. Sul fronte della registrazione video, anche per i nuovi iPhone 11 Pro e Pro Max la risoluzione massima è 4K a 60 fps, offrendo all’utente la possibilità di commutare, senza soluzione di continuità, le varie fotocamere posteriori per gli effetti di zoom. Presente anche la tecnologia di zoom audio, per un sonoro più nitido registrando soggetti non proprio vicini. E’ inoltre possibile registrare video in simultanea dalla fotocamera posteriore e quella frontale. E, a proposito della fotocamera frontale, Apple dichiara che ora il riconoscimento facciale è più preciso e funziona anche con angoli di inquadratura del volto superiori.

Infine i prezzi. iPhone 11 Pro sarà in vendita a 1.189 euro con 64 GB di storage, 1.359 euro con 256 GB di storage e 1.589 euro con 512 GB di storage. iPhone 11 Pro Max costerà invece 1.289 euro con 64 GB, 1.459 euro con 256 GB e 1.689 euro con 512 GB di storage. I colori annunciati sono midnight green, space gray, silver/white e oro. Restano in vendita anche iPhone XR e iPhone 8. Pare uscire di scena dunque iPhone Xs.

Apple Watch di 5a generazione

Il nuovo Apple Watch dispone di un nuovo display Retina di tipo Always-on (non è necessario risvegliarlo con il movimento del polso). Realizzato con tecnologia LTPO che offre una alto livello di efficienza energetica. Il sistema di gestione energetico lavora in combinazione con il sensore che regola l’illuminazione del display per consentire un intero giorno di autonomia (18 ore). Il nuovo Apple Watch porta con sé anche una nuova bussola, utile durante escursioni outdoor. La versione con connettività cellulare offre inoltre il nuovo servizio di chiamata di emergenza, attivo in oltre 150 Paesi al mondo. Può essere attivato tenendo premuto per qualche istante il pulsante laterale.

Realizzato al 100% in alluminio riciclato, sarà in vendita con diverse finiture, fra cui oro, argento, nero e in bianco ceramica. Non mancheranno le nuove versioni personalizzate da Nike e Hermès. La quinta generazione di Watch sarà in vendita a partire dal 20 settembre con prezzi a partire da 459 euro con cassa in alluminio da 40 mm (489 euro per quello da 44 mm). Per la connettività cellulare, oltre a quella Gps, occorre aggiungere altri 100 euro.

Apple iPad di 7a generazione

Al centro del nuovo modello c’è il display Retina che da 9,7 pollici passa a 10,2 pollici. A spingerlo è il nuovo chip A10 Fusion, fino a 2 volte più veloce di quello di un computer laptop. C’è poi il nuovo connettore che consente ad iPad di agganciare una tastiera in formato standard, simile a quella di un laptop.

iPad dispone ora dfi un nuovo browser di “classe desktop”, compatibile anche i servizi più evoluti sul Web, come ad esempio Google Docs. Realizzata al 100% in alluminio riciclato, la scocca ospita una fotocamera con sensore d’immagine da 8 Megapixel. Il nuovo iPad sarà disponibile anche con connettività Lte integrata. In spedizione a fine mese, avrà un prezzo a partire da 389 euro con storage da 32 GB e 489 euro con storage da 128 GB. Si sale a 529 euro per aggiungere la connettività Lte sul modello da 32 GB e a 629 euro per quella da 64 GB.

Apple Arcade

E’ stata la novità di apertura dell’evento. Il nuovo servizio in abbonamento dedicato ai videogiochi – che l’utente troverà all’interno di App Store – offre ogni mese nuovi giochi con consigli, trailer, guide ai giochi e molto altro. Durante l’evento di presentazione si sono alternati sul palco Benjamin Kinney di Konami, Peter Fabiano di Capcom e Kelsey Hansen di Annapurna Interactive a dimostrare le potenzialità dei nuovi giochi, la cui qualità è davvero alta.

Apple Arcade sarà disponibile già da settembre in 150 Paesi. Al lancio saranno presenti circa 100 giochi. Il prezzo dell’abbonamento mensile è di 4,99 euro. E’ previsto un mese di prova gratuita.

Apple TV+

Apple rinnova poi il suo servizio di streaming video, che sarà attivo a partire dall’1 novembre e ricco di un’ampia serie di contenuti originali, con novità che saranno aggiunte mensilmente. Anche in questo caso il prezzo dell’abbonamento mensile sarà di 4,99 euro. Non è tutto: chi acquisterà un nuovo iPhone, iPad o Apple TV avra un anno di abbonamento gratuito a Apple TV+.