Samsung Galaxy Note 7: vendite sospese dopo 35 casi di esplosioni della batteria

Samsung Galaxy Note 7: vendite sospese, esplose 35 batterie

Niente Galaxy Note 7, almeno per ora. Samsung ha deciso di ritirare momentaneamente dal mercato l’atteso phablet con pennino a sole 2 settimane dal lancio su alcuni mercati selezionati e a pochi giorni dal debutto in Italia. Un non-debutto amaro, amarissimo, causato da oltre 35 casi di esplosioni dovute al surriscaldamento della batteria, soprattutto durante l’upload di file multimediali sul cloud. O almeno, questo è quello che ha fatto sapere la compagnia coreana intenta a capire cosa sta succedendo.

Koh Dong-Jin, presidente della divisione mobile di Samsung si è detto “profondamente dispiaciuto” assicurando a tutti gli utenti che ne hanno già uno in mano di cambiarlo con qualsiasi altro telefono a listino. Peccato che i telefoni venduti ammontino a circa 1 milione e il conto, tra magazzino, rientri, spedizioni, rimborsi e controlli sarà salatissimo. Samsung non ha ancora fatto sapere quando riprenderanno le vendite del Galaxy Note 7 ma tutti si augurano il prima possibile.

Noi intanto lo abbiamo già provato e recensito con il voto più alto di sempre: 9.3. Dateci un’occhiata mentre attendete qualche informazione.

YouTube

Caricando il video, l'utente accetta l'informativa sulla privacy di YouTube.
Scopri di più

Carica il video