iPhone 13

Mercato smartphone: chi ha guadagnato di più nel 2021? I dati di Counterpoint Research

Ci chiediamo spesso quale sia il produttore di smartphone che vende più prodotti, ma è altrettando interessante (anzi, diremmo fondamentale) conoscere quali sono i brand che guadagnano di più dal loro business.

Tle dato ci viene fornito dall’ultimo rapporto di Counterpoint Research che ha esamintato proprio i ricavi dei produttori di smartphone nell’ultimo anno.

Il fatturato degli smartphone nel 2021

Nel 2021, le aziende produttrici di smartphone hanno generato un totale di 448 miliardi di dollari di ricavi, con un +7% rispetto al 2020. Il prezzo medio di vendita degli smartphone (ASP) è cresciuto del 12% su base annua e ha raggiunto i 322 dollari grazie a una crescente domanda di dispositivi 5G.

Si stima che il 40% di tutti gli smartphone spediti o distribuiti nel 2021 fosse compatibile con il 5G, con un aumento del 18% rispetto ai valori del 2020.

Chi guadagna di più?

Ma chi guadanga di più? Apple, ancora una volta, capeggia la classifica con un fatturato totale di 196 miliardi di dollari e una market share del 44%. L’azienda di Cupertino ha registrato un aumento della domanda per la sua nuova serie di iPhone 13 ma anche un vasto interesse per i modelli iPhone 12 che hanno prolungato la striscia delle vendite. Il prezzo medio di vendita dell’iPhone ha raggiunto gli 821 dollari, il suo massimo storico.

Apple ha continuato la sua ascesa nei mercati in via di sviluppo come India, Thailandia, Vietnam e Brasile. Al secondo posto c’è Samsung con ricavi per 72 miliardi di dollari, una cifra in aumento dell’11% rispetto ai 64 miliardi di dollari del 2020. L’ASP dei telefoni Samsung è cresciuto del 5% su base annua raggiungendo 263 dollari.

Sono i prodotti di fascia media e premium ad aver maggiormente contribuito alla crescita del colosso sudcoreano: la serie flagship Galaxy S e i modelli di fascia media Galaxy A e M sono i dispositivi che hanno venduto di più in tutto il mondo. Samsung ha anche visto triplicare le sue spedizioni di smartphone pieghevoli, un segmento nel quale l’azienda di Seul ha investito molte risorse.

Xiaomi occupa il terzo posto di questa speciale classifica con 37 miliardi di dollari di ricavi e un aumento del 49% rispetto ai valori del 2020. L’India è stata il mercato chiave per Xiaomi: qui il marchio ha raggiunto nuove vette registrando un prezzo medio superiore ai 250 dollari.

Oppo ha registrato un fatturato di 36 miliardi di dollari con un aumento del 15% dell’ASP dei suoi telefoni che ora si attesta sui 259 dollari. La serie Find X3, il Reno 6 (oltre alla serie OnePlus 9 che Counterpoint aggrega con Oppo nella sua ricerca, n.d.r) sono stati i dispositivi più acquistati dai consumatori.

Oltre il 50% dei telefoni Oppo spediti nel 2021 supportava la connettività 5G. Al quinto posto troviamo vivo, che ha registrato un fatturato di 34 miliardi di dollari con un prezzo medio di 259 euro.

Ne complesso, dunque, il valore del mercato è cresciuto, nonostante – come sottolinea Counterpoint all’inizio del suo report – la scarsità di materie prime che, soprattutto nella seconda parte del 2021, ha causato un rallentamento nella distribuzione dei prodotti.

Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Segui
Postato in News

Massimo Morandi

Giornalista, milanese, appassionato di tecnologia, dirige il mensile Cellulare Magazine dal 1998. Ama viaggiare, la buona cucina e il calcio.