smartwatch

Smartwatch e smartband: settore in ottima salute

Dati alla mano è il segmento della telefonia mobile in maggiore crescita, quello con percentuali più positive. Parliamo degli smartwatch e delle smartband che, nell’ultimo anno, hanno esercitato un fascino sempre maggiore nei confronti dei consumatori, grazie a prodotti di appeal e trainati dalla prolifica produzione da parte di brand del calibro di Samsung, Huawei e Xiaomi.

Che numeri…

Un mercato, dunque, che sfruttando un mix di hi-tech e design e strizzando l’occhio al trend rappresentato dalle features dedicate al benessere quotidiano e all’esercizio sportivo, ha saputo imporsi con numeri in costante crescita. Tanto che, guardando ai dati elaborati dall’Istituto di analisi GfK, in Italia il comparto ha generato da gennaio ad ottobre 2019 vendite per 966.322 pezzi, per un valore di 131.314.402 euro (con un +64% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno).

«È un mercato con un trend positivo», ci conferma Fabrizio Marazzi, Head of Market Insight di GfK Italia, «che nel nostro Paese, a valore, cresce ben più della crescita globale, che è prossima al 40%».

Quali, in particolare, i dispositivi interessati da questa crescita? «Gli smartwatch per il 72%, gli health and fitness tracker, chiamati più comunemente smartband per il 15,2% e, seppure in misura minore, gli sport watch (12,8%), la maggior parte dei quali infatti non sono commercializzati nei canali della consumer electronics, analizzati in queste pagine, ma in quelli sportivi».

I dati di GfK

E se gli smartwatch dominano il mercato a valore, le smartband, dopo la battuta d’arresto subita lo scorso anno, hanno fatto registrare ottime performance di vendita a unità (58,8%), anche se la decisa diminuzione del prezzo medio ne penalizza il peso assoluto». E se in passato sono proprio stati gli smartphone a trainare parte dell’ampio segmento dei wearable, chissà che ora i ruoli non possano invertirsi.

Ancora Fabrizio Marazzi: «Sembra un po’ strano trovare un segmento che, pur se con numeri ancora non di massa, riesce a crescere in modo così solido, a confronto di un mercato degli smartphone in contrazione. E anche guardando i trend, pubblicati nella tabella nella pagina accanto, si nota come le vendite di smartwatch si dovrebbero mantenere vivaci, così come quelle degli sportwatch e delle smart band.

È senza dubbio un comparto che merita di essere sostenuto da tutta la filiera perché in grado di restituire importanti soddisfazioni commerciali».

Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Segui
Postato in AccessoriTaggato

Massimo Morandi

Giornalista, milanese, appassionato di tecnologia, dirige il mensile Cellulare Magazine dal 1998. Ama viaggiare, la buona cucina e il calcio.