Batterie ioni di litio

Ue: le batterie dovranno essere più accessibili e facilmente sostituibili

Vi ricordate quando la maggior parte dei telefoni Android consentiva di sostituire in modo agevole le batterie? Bastava aprire una sezione della scocca e sostituire la batteria esausta o mal funzionante.

Nel tempo gli smartphone sono diventati sempre più sottili, i form factor hanno guardato con maggiore attenzione al design e le scocche hanno cominciato a non avere più alcuna apertura. Ora, secondo un documento trapelato sul Web, l’Unione Europea starebbe pensando di costringere i produttori a rendere le batterie dei loro telefoni più facilmente accessibili e sostituibili.

Un sito Web finanziario olandese ha rivelato come l’obiettivo della proposta sia quello di ridurre al minimo i rifiuti elettronici. Se infatti l’utente fosse in grado di cambiare la batteria in modo autonomo, riuscirebbe a utilizzare il proprio dispositivo più a lungo senza essere costretto a sostituirlo dopo due anni.

La proposta va oltre e dovrebbe inserire delle norme affinché i produttori rendano le parti interne dei dispositivi meglio accessibili per rendere la vita più facile ai centri di assistenza indipendenti.

Inoltre, il piano include il riciclaggio e il riutilizzo delle materie prime dopo l’eliminazione di un dispositivo elettronico. L’UE lavorerà a un sistema di raccolta europeo per i vecchi smartphone, tablet e caricabatterie in modo che il riciclaggio sia più semplice.
La proposta dovrebbe essere presentata il mese prossimo.

Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Segui
Postato in NewsTaggato

Massimo Morandi

Giornalista, milanese, appassionato di tecnologia, dirige il mensile Cellulare Magazine dal 1998. Ama viaggiare, la buona cucina e il calcio.