Huawei P40

Huawei P40 avrà un prezzo inferiore al modello P30

Huawei P40 potrebbe avere un prezzo inferiore del suo predecessore P30. È quanto si apprende dalle indiscrezioni di mercato pubblicate dal leaker @RODENT950.

Huawei P30 Pro era stato lanciato circa 12 mesi fa al prezzo di 1.000 euro, con la versione base P30 a 800 euro. Ma i prezzi di quest’anno dovrebbero essere più bassi.

Huawei P40 (di cui ieri abbiamo pubblicato alcune immagini e un video) dovrebbe essere disponibile a partire da 600 euro, mentre il costo del modello P40 Pro si attesterebbe attorno a 800 euro. Ci sarà poi una terza versione, chiamata Huawei P40 Pro Premium Edition, che sarà commercializzato al prezzo di 1.000 euro al lancio.

La diminuzione di prezzo, se sarà confermata, potrebbe essere dovuta al fatto che, almeno al momento in cui scriviamo, la nuova gamma di smartphone Huawei, arriverà priva dei Google Mobile Services (GMS) anche se avrà a bordo i Huawei Mobile Services sui quali l’azienda di Shenzhen sta investendo ingenti risosre.

Le specifiche tecniche della serie P40 si annunciano molto spinte: il modello Premium avrà uno zoom ottico 10x, la versione Pro uno zoom ottico 5x, mentre quella base lo zoom 3x. Con l’impiego di nuovi sensori, Huawei dovrebbe aumentare la risoluzione della fotocamera principale fino a 52 Megapixel con filtro Quad Quad Bayer e offrirà un display curvo su tutti quattro i lati.

Facedo un rapido calcolo si evince che Google fa pagare fino a 40 dollari per telefono una licenza dei GMS per i dispositivi venduti in Europa.
Se i prezzi della serie Galaxy S20 dovessero essere confermati a partire da 900 euro, (800 euro per le versioni senza 5G), il taglio dei prezzi di Huawei potrebbe rappresentare un driver di mercato interessante sui consumatori.

La gamma dei dispositivi Huawei P40 sarà presentata in Europa (a Parigi) alla fine di marzo.

Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Segui
Postato in Huawei NewsTaggato

Massimo Morandi

Giornalista, milanese, appassionato di tecnologia, dirige il mensile Cellulare Magazine dal 1998. Ama viaggiare, la buona cucina e il calcio.