Microsoft apre lo store alle app ARM64

Nelle ultime ore Microsoft ha annunciato che gli sviluppatori possono da oggi creare o convertire le proprie applicazioni ARM a 64 bit e caricare i loro progetti nel Microsoft Store.

La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno e apre molteplici scenari. Grazie a Visual Studio 15.9, infatti, gli sviluppatori hanno a disposizione un SDK ufficialmente supportato per le app ARM64.

“Oggi gli sviluppatori possono utilizzare Visual Studio 15.9 per ricompilare le app – sia UWP che C ++ Win32 – per essere eseguite in modo nativo su Windows 10 su dispositivi ARM. L’esecuzione nativa consente alle applicazioni di sfruttare appieno la potenza di elaborazione e le funzionalità di Windows 10 sui dispositivi ARM, offrendo la migliore esperienza possibile agli utenti “, spiega Microsoft. Windows 10 su ARM push.

L’obiettivo è aumentare il numero di app Windows 10 su ARM, che è la piattaforma di Microsoft in esecuzione su molti tablet e pc con chip Snapdragon in grado di offrire una straordinaria durata della batteria. Non solo, Redmond spera di risolvere la maggior parte dei reclami con la seconda generazione.

“Questi dispositivi ARM64 di seconda generazione forniscono ancora più potenza di calcolo agli sviluppatori per continuare a fornire la durata della batteria oltre la giornata che i clienti si aspettano da Windows 10 su ARM. Come i dispositivi ARM64 di prima generazione, sono anche sottili, leggeri, veloci e progettati tenendo presente la connettività 4G LTE istantanea, mentre sono in grado di eseguire l’ampio ecosistema di applicazioni Windows grazie a un livello di emulazione x86 “, spiega Microsoft.