TikTok

TikTok: trovata una grave falla di sicurezza

TikTok negli ultimi mesi non ha soltanto attratto milioni di utenti, ma anche l’attenzione degli enti regolatori e di controllo dei diversi governi. Fra questi, gli Stati Uniti, che stanno ponendo sempre più attenzione al problema della privacy.

L’America, ad esempio, ha vietato l’uso dell’app sugli smartphone di proprietà governativa all’interno del suo esercito. E questa volta, l’amminitrazione degli Stati Uniti potrebbe averci visto bene nel preoccuparsi di un’app cinese.

Check Point, società specializzata in sicurezza, ha infatti riscontrato una grave vulnerabilità di TikTok che avrebbe consentito ai malintenzionati di accedere ai video degli utenti, raggiungendo nel contempo praticamente tutte le informazioni presenti nei profili.
È stata verificata anche la possibilità di inviare un messaggio di testo “fake” come proveniente da TikTok: qualora l’utente avesse fatto clic sul link falso, un hacker avrebbe potuto assumere il controllo parziale del suo profilo.

Inoltre, l’app avrebbe consentito all’hacker di reindirizzare la vittima su un sito Web molto simile a TikTok, ma che nulla aveva a che fare con la famosa app.
Fortunatamente, Check Point ha scoperto notificato a TikTok il problema a novembre e da allora questo è stato corretto. Come sempre avviene, le aziende che si occupano di sicurezza informatica, quando viene scoperta una falla, comunicano immediatamente la natura del problema ai tecnici della piattaforma. Solo quando il bug è stato trovato e risolto rendono pubblica la vulnerabilità scoperta al grande pubblico.

Lanciata nel 2017, TikTok, nome con cui è conosciuta e presente oggi in oltre 150 Paesi e tradotta in ben 75 lingue. Ad ottobre, l’app aveva ottenuto la cifra recordi di 1,5 miliardi di download su App Store e Google Play.