iPhone

Apple: multa di 10 milioni per pubblicità ingannevole. Gli iPhone non resistono (così) all’acqua

Mini stangata dell’Antitrust nei confronti di Apple, colpevole di pubblicità ingannevole negli spot che promuovevano i suoi modelli iPhone.

La pubblicità di Apple vantava infatti la resistenza degli iPhone all’acqua: non solo, veniva sottolineata la caratteristica di risultare resistenti all’acqua per una profondità massima variabile tra 4 metri e 1 metro a seconda dei modelli e fino a 30 minuti.

Tale pubblicità è stata giudicata ingannevole dall’Antitrust che ha deciso di imporre una sanzione di 10 milioni di euro.

Secondo l’Autorità, infatti, nei messaggi non risultava chiaro che tale caratteristica tecnica protegge i telefoni solo in determinate condizioni, per esempio durante specifici e controllati test di laboratorio con utilizzo di acqua statica e pura, e non nelle normali condizioni d’uso dei dispositivi da parte dei consumatori.

Come aggravante è stato anche considerato il fatto che Apple, nella fase post-vendita, non presti la sua assistenza in garanzia per gli eventuali danni causati proprio dall’acqua o da altri liquidi (pratica peraltro comune a quasi tutti i produttori di telefonia).

I modelli oggetto della pubblicità ingannevole sono iPhone 8, iPhone 8 Plus, iPhone XR, iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone 11, iPhone 11pro e iPhone 11 pro.

Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Segui
Postato in NewsTaggato

Massimo Morandi

Giornalista, milanese, appassionato di tecnologia, dirige il mensile Cellulare Magazine dal 1998. Ama viaggiare, la buona cucina e il calcio.