google foto

Google Foto aggiorna la sua app: nuove funzioni e nuova struttura

A partire da oggi, Google inizierà a distribuire un nuovo aggiornamento alla sua app Google Foto. L’app per l’archiviazione delle nostre immagini ha cinque anni ed è stata gradualmente modificata nel tempo.

C’è un cambio di design in arrivo nell’interfaccia utente, inclusa un’icona nuova di zecca. L’icona è ancora la girandola colorata, ma è più circolare e piatta, seguendo un cambiamento già visto nel restyling di altre funzionalità di Google.

Le schede principali passando da quattro a tre: Foto, Cerca e Libreria.

Foto sarà caratterizzata da miniature più grandi, meno spazio tra le foto e prevederà la possibilità che i video vengano riprodotti in automatico. C’è anche un carosello di “Ricordi” più ampio, nel quale sarà possibile nascondere i ricordi che non vogliamo più rivivere o quelli di un determinato periodo di tempo.

Nella scheda di ricerca gli utenti troveranno una mappa interattiva, utile per trovare i ricordi. Si tratta di una delle funzioni più richieste di Google dal lancio di Google Foto e per questo è stata potenziata. Sarà possibile cercare le foto pizzicandole e ingrandendole su una mappa oppure semplicemente scorrerle. Sarà sempre possibile rimuovere i dati sulla posizione o disabilitare la cronologia delle posizioni.

Infine, la scheda Libreria conterrà Album, Cestino, Archivio e Preferiti. Qui ci sarà anche il Print Store (che dovrebbe funzionare negli Stati Uniti e in Europa) dove ordinare le stampe delle proprie foto preferite.

L’aggiornamento è in distribuzione su Google Play Store per gli smartphone Android e sull’App Store di iOS. Una volta aggiornata l’app è possibile che gli utenti non visualizzino immediatamente il nuovo format, poiché si tratta di una modifica che deve essere completata anche lato server.

Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Segui
Postato in Google NewsTaggato

Massimo Morandi

Giornalista, milanese, appassionato di tecnologia, dirige il mensile Cellulare Magazine dal 1998. Ama viaggiare, la buona cucina e il calcio.