Anomalisa

Film per il weekend: Anomalisa #5

  • Titolo: Anomalisa
  • Genere: Drammatico/animazione
  • Anno: 2015
  • Durata: 1 ora e 30 minuti
  • Regista: Duke Johnson e Charlie Kaufman

 

Cover anomalisaUn film d’animazione che di sicuro non piacerà ai bambini. Anomalisa è realizzato con la tecnica dello stop-motion, utilizzata per dare vita a tutti i personaggi che popolano questo mondo maledettamente reale. Il protagonista è Michael Stone, che vediamo mentre atterra a Cincinnati per una conferenza. La sua vita sembra quella di un uomo ordinario, né felice né infelice ma la realtà è ben più drammatica. Per Michael tutte le persone che lo circondano non hanno identità. E lui le vede identiche: uomini, donne o bambini hanno lo stesso volto e la stessa voce maschile.

La prospettiva di trascorrere l’ennesima serata in una anonima camera d’albergo viene sconvolta dall’incontro con Lisa. E’ una donna non particolarmente bella ma che a lui appare come una sorta di miraggio. Diversa dal resto del mondo, con fattezze, viso e voce femminile! Un’anomalia (da cui il titolo – Anomalisa – nato dalla fusione della parole anomalia e Lisa) che gli cambia la vita… almeno per qualche ora.

La storia si dipana alternando ritmi lenti a momenti divertenti, con un’amarezza di fondo che sembra permeare le pareti dell’albergo ma che in realtà è la metafora della vita di Michael. E l’incapacità di stabilire rapporti con il prossimo – che per questo appare anonimo come una massa indistinta di individui – è una carenza del protagonista o la malattia di una società sempre più egoista e individualista? Anomalisa non è un film per bambini e probabilmente non è nemmeno un film per molti adulti ma riesce nell’impresa di essere originale nella realizzazione e nell’offrire uno spaccato di umanità… senza nemmeno un attore in carne e ossa.

Il mio voto è 7

Potete acquistare la versione Blu-ray di Anomalisa su Amazon.