Huawei Watch 3: l’esordio di HarmonyOS con e-Sim, sensore di temperatura e Gps [recensione]

Huawei Watch 3 è il primo dispositivo a fare esordire HarmonyOS 2, il sistema operativo a cui il produttore cinese lavora dal 2017 e che è destinato a peermeare un po’ tutti i prodotti futuri, dai tablet (in arrivo ci sono MatePad 11 e MatePad Pro) ai laptop, passando per auricolari e monitor. Abbiamo provato per un paio di settimane il modello Classic, disponibile a 399 euro, ma Watch 3 lo troverete anche in versione Active (369 euro e con una maggiore connotazione sportiva) ed Elite (449 euro, dotato di un elegante bracciale).

HUAWEI WATCH 3 - Smartwatch 4G...
11 Recensioni
HUAWEI WATCH 3 - Smartwatch 4G...
  • La finitura circolare e lo schermo 3D arrotondato ti...

Display, e carosello delle icone

Watch 3 è si presenta con un bel display Amoled da 1,43 pollici, con risoluzione di 466×466 pixel e densità di 326 ppi. Il display, touchscreen, permette di interagire con un tap, con una pressione lunga, con swipe, proprio come fosse un pannello di un cellulare. Le prime due (piacevoli) novità sono rappresenate dalla corona digitale e dall’impostazione del carosello delle icone. La prima è stata posta come tasto laterale principale ed è un pulsante sensibile al tocco che permette di scorrere le voci del menù, ma anche di fare zoom in e zoom out dalla schermata principale delle icone. Icone che sono visivamente e fisicamente raggiungibili in un’unica schermata. Da quest’ultima si possono selezionare con un tap sullo schermo, muovere, scorrere o gestire anche dalla corona digitale. Un secondo tasto laterale, invece, posto più in basso, è dedicato alla funzione preferita (noi abbiamo impostato la rilevazione del battito cardiaco, così da raggiungerla sempre con una singola pressione).

Sotto la cassa troviamo la sensoristica, che si arricchisce di un sensore in grado di misurare la temperatura cutanea.

e-Sim Stand Alone

Altra novità di Watch 3 è la presenza di una e-Sim che rende a tutti gli effetti lo smartwatch indipendente dal telefono, permette di effettuare e ricevere telefonate sfruttando lo speaker e il microfono presenti sulla cassa, e di effettuare traffico dati. Al momento, In italia solo TIM supporta le eSIM stand alone su tutta la Huawei Watch 3 Series. È possibile attivarla rivolgendosi a un negozio TIM. La e-Sim non supporta per ora gli SMS.

AppGallery su Watch 3

Fra le icone native troverete anche quella di App Gallery, lo store di contenuti e servizi di Huawei che conta in Italia 12.000 titoli in 18 diverse categorie. Collegando l’orologio al WiFi o sfruttando la connettività della Sim è possibile scaricare le applicazioni preferite, così da averle sempre a disposizione al polso. Le operazioni sono un po’ più lente rispetto a quelle che si compiono su uno smartphone, ma permettono di arricchire il Watch 3 di ulteriori contenuti.

E, a proposito di app, l’orologio si collega alla collaudatissima app Health, dalla quale è possibile leggere le informazioni raccolte, cambiare faces, acquistarne a pagamento, aggiornare il dispositivo e tenere traccia di tutte le misurazioni. Le faces (anche quelle di default) sono tra l’altro molto ben disegnate e al loro interno contengono icone e pulsanti interattivi capaci di lanciare diverse funzioni.

Huawei Watch 3

Il GPS

Watch 3 integra un GPS a due canali, che assicura un’ottima precisione. Supporta i satelliti della rete GPS, Glonass, Galileo, Beidu e QZSS. Anche in questo senso è completamente indipendente dal telefono. Potrete fare attività fisica e scaricare i sincronizzare i dati dei vostri movimenti una volta tornati alla base.

Sempre sul fronte della rilevazione dei dati relativi alla propria attività fisica e allo stato di salute, ci sono oltre 100 modalità di allentamento professionali, il monitoraggio del battito cardiaco e della SpO2 (la percentuale di ossigenazione del sangue), lo stress e lo stato del sonno nelle sue diverse fasi (Rem, profonda, leggera e continuità delle diverse fasi).

Autonomia

È il vero banco di prova di tutti i dispositivi. Il produttore dichiara 3 giorni in 4G (quindi con l’e-Sim) e 14 giorni con il super risparmio energetico, che però inibisce molte delle funzioni dell’orologio. Noi come sempre, abbiamo utilizzato Watch 3 lasciando attive tutte le principali funzioni e siamo mediamente arrivati a 5 giorni, senza davvero risparmiarci alcuna operazione. Un buon risultato, considerando la potenza della batteria (450 mAh), la presenza del nuovo OS e le tante interazioni introdotte.

Note positive anche per la ricarica. In confezione c’è una base di ricarica wireless che ricarica completamente il Watch 3 nel tempo di 1 ora circa.

Giudizio su Watch 3

Nel complesso questo Watch 3 ci è piaciuto molto, tanto da assegnargli il nostro Award. Forme e design sono piacevoli, il peso (di 54 grammi più il cinturino) non è mai stato un problema tanto che l’orologio si indossa anche di notte senza fastidio. La nuova disposizione delle icone è intuitiva e lo scorrimento verticale è lasciato alle impostazioni e ai sottomenù, mentre tutte le cose più importanti sono sempre a portata di click.

C’è un buon livello di personalizzazione che vi abbiamo voluto mostrare nel video e che permette di impostare l’orologio a seconda del proprio stile di vita o delle funzioni maggiormente utilizzate lungo la giornata.

Fra le mancanze segnaliamo l’assenza dell’NFC per cui… niente pagamenti elettronici con l’orologio. Utilissimo invece il monitoraggio della SpO2 (l’ossigenazione del sangue) e della temperatura cutanea. Infine, un’altra funzione di estrema utilità è il rilevamento delle cadute con possibilità di inviare un Sos.